Il bilancio consolidato 2019 conferma il risanamento del Comune di Venezia

L'assessore Zuin: «In 5 anni ridotto indebitamento di 85,6 milioni e aumentato il risultato di esercizio di 229,3». In programma investimenti importanti: l'acquisto del Candiani e vari interventi in città

La giunta veneziana ha approvato la delibera relativa al bilancio consolidato del gruppo città di Venezia, che comprende Comune, società partecipate, istituzioni comunali, Fondazione musei civici e Fondazione teatro La Fenice. Dal documento risulta che il debito a medio lungo periodo, rapportato alla percentuale di partecipazione, si riduce dai 720,6 milioni del 2018 a 713,8 milioni del 2019. Il risultato di esercizio risulta invece passare dai -78,5 milioni del 2014 ai 150 milioni del 2019.

Efficientamento

Il patrimonio netto del gruppo è nel frattempo cresciuto da 749 milioni a 1,1 miliardi di euro, con oneri finanziari diminuiti da 47,8 milioni a 39,7 milioni e la liquidità passata da 163 a 362 milioni. «Il bilancio che approviamo oggi - commenta l'assessore al Bilancio, Michele Zuin - certifica che abbiamo raggiunto un ottimo risultato di efficentamento del gruppo grazie al lavoro costante dell'amministrazione in questi anni. I dati dimostrano la situazione che abbiamo ereditato nel 2015 e il lavoro di risanamento fatto in cinque anni: l'indebitamento si riduce, aumenta il risultato di esercizio, aumenta la liquidità e tutto questo continuando ad investire sulla città, a testimoniare la virtuosità del gruppo».

Agevolazioni

«Il risultato ottenuto - ha spiegato l'assessore - ci ha permesso di affrontare questa terribile pandemia con i conti in ordine e senza coglierci di sorpresa. Siamo riusciti, quindi, a mettere in atto alcune misure e agevolazioni per i nostri cittadini e per le nostre imprese dimostrando quindi tutto il nostro impegno per aiutare chi in questi mesi si è trovato in difficoltà».

Progetti futuri

Nella riunione di oggi la giunta ha poi dato il via libera alla delibera di consiglio che riguarda la variazione del bilancio di previsione 2020-2022. Variazione che introduce una serie di investimenti rilevanti, come l'acquisto del centro culturale Candiani per due milioni di euro, 250mila euro per il ponte del Ghetto a Cannaregio, 700mila per interventi sul cavalcavia di Corso del Popolo, 400mila per interventi su alcuni ponti alla Giudecca, 150mila per la sistemazione del Ponte Longo Lino Toffolo a Murano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento