menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tavolo con le associazioni di categoria

Il tavolo con le associazioni di categoria

Brugnaro tende la mano alle associazioni di categoria: "Dialogo"

Faccia a faccia martedì mattina con i rappresentanti economici della città. Il sindaco intende riprendere il rapporto spezzato con Zappalorto

L'aveva già detto durante i primi giorni del suo mandato: da subito serve riprendere il dialogo tra le associazioni di categoria. Il primo passo in questo senso è avvenuto martedì mattina, quando il primo cittadino ha incontrato un folto numero di rappresentanti del mondo economico cittadino. Fazioni a volte piuttosto litigiose, che per difendere le proprie posizioni spesso e sovente sono andate in conflitto tra loro. E' in questa difficile scacchiera che Brugnaro intende muoversi.

Del resto le questioni sul tappeto sono molteplici, dal traffico acqueo al commercio cittadino. Una riunione di presentazione reciproca, dopo che i rapporti con la precedente amministrazione del commissario Zappalorto si erano rivelati piuttosto freddini. Per non dire nulli. Il sindaco, in sala giunta grande a Ca' Farsetti, ha dichiarato di volere riprendere invece il dialogo con i "corpi intermedi". L'ha proprio ribadito all'inizio dell'incontro: "Siamo qui per ascoltarvi e riprendere a parlarci", ha affermato il primo cittadino. Non prima di avere ricordato la figura di Giuseppe Bortolussi: "Un grande uomo che tanto ha dato alla città". In un'ora e mezza di riunione i vari rappresentanti di categoria hanno esposto le proprie richieste all'amministrazione, spiegando i problemi urgenti da affrontare.

Non a caso assieme a Brugnaro erano presenti gli assessori Michele Zuin (Bilancio), Rossana Pavan (Commercio e Attività produttive), Paola Mar (Turismo) e Massimiliano De Martin (Urbanistica, Edilizia, Ambiente), cui spetterà il compito ognuno con le proprie deleghe di analizzare e sviluppare le tematiche messe sul tavolo. In soldoni, Brugnaro tende la mano alle associazioni di categoria, assicurando la "massima disponibilità per trovare le soluzioni migliori per risollevare la città, il cui futuro passa anche attraverso un rapporto più stretto possibile con le categorie". Dopodiché l'esortazione finale: "Tutti insieme bisogna tirarsi su le maniche e ricominciare a produrre ricchezza", ha concluso il sindaco. Se l'invito a remare tutti nella stessa direzione sarà raccolto o meno da tutti i presenti, però, solo il tempo potrà dimostrarlo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento