menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Giovani digitalizzati" a disposizione delle imprese: 1,2 milioni per far progredire le Pmi

Progetto attivato da Camera di commercio e Ca' Foscari. Un team aiuterà le aziende del territorio a muoversi nell'industria 4.0 e ricavare vantaggi dall'alfabetizzazione digitale

Ci sono 1,2 milioni di euro messi a disposizione dalla Camera di commercio per la trasformazione digitale delle piccole e medie imprese (Pmi) del territorio, fondi che saranno stanziati nel periodo 2018/2019 e finanzieranno lo sviluppo di una road map per la digital transformation e l'impresa 4.0. Il progetto è tracciato con il supporto di Ca' Foscari Venezia in linea con il piano del governo e l'agenda digitale Veneto 2020.

Sportello per le imprese

Nello specifico è prevista l'attivazione del Pid, punto impresa digitale, uno sportello di assistenza e orientamento per le imprese che non conoscono le soluzioni offerte dal digitale, gli strumenti per l'e-gov e la semplificazione amministrativa. Il servizio lavorerà quindi per supportare queste aziende nel sistema degli incentivi, sulle azioni del piano agenda digitale (Spid, fatturazione elettronica, pagamenti Pa, carta nazionale dei servizi) e nell'interazione con i competence center e i digital innovation hub previsti dal piano nazionale impresa 4.0.

Analisi e digitalizzazione

Al servizio di assistenza sarà affiancata un'attività di formazione. Gli obiettivi: avviare un lavoro di analisi del livello tecnologico delle imprese del territorio, sviluppare programma di formazione internsiva e workshop sull'applicazione delle tecnologie digitali, lanciare progetti pilota nelle singole imprese con il supporto di "digitalizzatori". Ma anche costituire un osservatorio sulla digital transformation nel Nord Est. Per Gian Michele Gambato, vicepresidente della Camera di commercio, si tratta di uno strumento utile perché "integra il lavoro delle imprese con le conoscenze digitali dei giovani e innesca un processo di trasformazione digitale utile al sistema economico e culturale". Conferma il rettore Michele Bugliesi: "Così si attiva nelle imprese la capacità di innovare processi, prodotti e servizi e acquisire quindi competitività sui mercati internazionali".

Il team

Il programma sarà realizzato da un team di docenti/ricercatori dell'ateneo veneziano, esperti digitali selezionati dalla Camera di commercio e 20 digital promoters, studenti magistrali o neo laureati utilizzati come collegamento con le imprese. Le imprese che saranno affiancate dall'attività di mentoring saranno selezionate con una call che partirà nelle prossime settimane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento