rotate-mobile
Economia

Camera di Commercio: "L'export veneziano resiste alla crisi"

Le imprese della provincia di Venezia durante l'anno passato hanno esportato beni per un ammontare complessivo di circa 4,1 miliardi di euro

Nel 2013, le imprese della provincia di Venezia hanno esportato beni per un ammontare complessivo di circa 4,1 miliardi di euro, contribuendo, in tal modo, alla formazione del 7,8% dell’export regionale, a fronte di un numero di circa 18 mila imprese che esportano in tutto il mondo secondo le stime del censimento 2011. Sono questi i dati diffusi martedì dalla Camera di Commercio, che evidenziano come anche in periodo di crisi il settore resista.

DATI ALLA MANO - Rispetto al 2012, le esportazioni della provincia sono aumentate dell’1,9%, contro una crescita del dato a livello veneto del 2,8% e una contrazione dei dati nazionali pari a –0,1%. Il dato dell’export provinciale del 2013 si attesta su valori di poco inferiori a quelli registrati nel 2005. Le importazioni della provincia di Venezia (oltre 5,2 miliardi di euro), che rappresentano il 14,1% dell’import del Veneto, segnano, dopo il boom del 2012, una diminuzione del 9,5%, dovuto principalmente alla forte diminuzione degli ordinativi interni di minerali (-51%). La contrazione del valore complessivo delle importazioni provinciali ha comportato un aumento del saldo import export che, comunque negativo, è passato da -1.766 milioni di euro a –1.141 milioni di euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camera di Commercio: "L'export veneziano resiste alla crisi"

VeneziaToday è in caricamento