menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ossigeno per i lavoratori Vinyls, è stata firmata la cassa integrazione

Il ministero ha approvato la cig il 6 ottobre scorso. Durerà fino al 7 dicembre prossimo. Da quel momento però lo spettro del licenziamento

Avevano annunciato e iniziato lo sciopero della fame per chiedere che il ministero firmasse il decreto di cassa integrazione straordinaria. Ora, dopo tanta attesa e tante preoccupazioni, visto che i soldi finché questo passaggio burocratico non veniva espletato non sarebbero stati erogati, l'annuncio ufficiale. "Il 6 ottobre scorso il decreto è stato firmato, con durata dall'8 luglio al 7 dicembre 2014", dichiarano i sindacati.

Dunque è solo questione di tempo ora affinché arrivino i primi pagamenti ai lavoratori, i quali erano pronti a mettere a repentaglio la loro salute pur di ottenere finalmente giustizia. Ora l'attenzione si sposta sul possibile futuro dello stabilimento, dopo la "scomparsa" dell'Oleificio Medio Piave, che nel 2012 si impegnò ad acquisire i terreni ex Syndial assumendo i lavoratori Vinyls.

Ma per i dipendenti, che qualche giorno fa hanno invitato anche il premier Matteo Renzi a visitare l'area per "conoscere lo scempio" (DETTAGLI), l'unica certezza è stata la letta di licenziamento recapitata loro per il 7 dicembre prossimo. “Siamo ormai al limite della sopportazione umana – scrivevano esasperati annunciando lo sciopero della fame - siamo stati derubati di questo nostro diritto, il lavoro, ma non della nostra dignità, non ci rassegniamo allo scempio che l'irresponsabilità e l'avidità di pochi sta compiendo, ma continueremo a lottare civilmente e pacificamente affinché non siano sempre e solo i più deboli a subire queste ingiustizie”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento