Al Centro Tom un accordo sulle domeniche lavorative

Lo hanno stipulato il direttore del personale e il segretario provinciale Fisascat Cisl. Firmato un pre-integrativo in vista dell'apertura di nuovi punti vendita a gennaio. La nuova gestione cerca candidati

Centro Tom, archivio

Al centro Tom di Santa Maria di Sala l'accordo fra la nuova direzione e il sindacato che rappresenta il lavoro, Fisascat Cisl, ha permesso di ottenere un risultato che i dipendenti hanno giudicato soddisfacente. Lo ha comunicato il direttore del personale, Manuel Bianzale, che nei giorni scorsi ha iniziato la consegna dei buoni spesa dai 30 ai 250 euro ai dipendenti del centro, premiati in base all’anzianità di servizio al posto dell'integrativo precedente.

Buoni spesa

Bianzale e il segretario provinciale Fisascat Cisl, Nicola Pegoraro, avevano sottoscritto un accordo per la regolamentazione delle aperture domenicali e il piano welfare per il personale. Un esempio dell’innovazione e dell’entusiasmo della nuova gestione che ha deciso di portare avanti l'attività di Santa Maria di Sala. «Dopo tre anni di contratto di solidarietà - spiega Bianzale - con questi buoni abbiamo voluto ringraziare i lavoratori che hanno manifestato fiducia all'azienda. Si tratta di buoni nominali, fino ai 258 euro, con cui ciascun lavoratore potrà andare a fare la spesa nei supermercati Alì».

Più domeniche, più indennità

L'obiettivo dell'accordo sindacale, che anche su queste azioni si concretizza, è perseguire il benessere aziendale, facilitare e migliorare il clima. Stiamo inoltre mettendo le basi per un contratto integrativo a livello regionale. Per quanto riguarda il lavoro festivo, invece, l’accordo stabiliva l’impegno, per i lavoratori, a domeniche alternate, per garantire ai dipendenti del centro di passare più tempo con la famiglia. Da settembre chi decide di fare invece la terza o la quarta domenica di lavoro, riceve un’indennità supplementare di 35 euro lordi. Le domeniche nei vecchi contratti rimangono comunque facoltative e vengono pagate al 30% in più. Soddisfatto l’amministratore delegato Luigi Ardizzoni: «Questo nuovo accordo darà forza per le sfide future del centro Tom, in Italia ma anche sui mercati esteri».

Alla ricerca di candidati

Nel frattempo continuano i colloqui di lavoro. Con lo slogan "Tom pensa in grande", è stata lanciata una campagna di assunzioni di personale qualificato, per le posizioni di specialisti nella vendita di abbigliamento, addetti alla logistica, ma anche personal shopper per seguire i clienti più fedeli e attenti allo stile, visual per le vetrine, addetti alla casse, buyer e amministrativi. Per le sedi aperte e in apertura, in Italia e all'estero, il centro sta cercando anche delle figure che parlino, oltre all'inglese, anche il russo. Per candidarsi basta mandare il curriculum vitae all'indirizzo cv@tomgroup.eu. «Sempre nell’ottica del benessere del personale – conclude Renato Celotto, direttore strategico - abbiamo aumentato la sicurezza dei nostri dipendenti. Da una settimana il centro è sorvegliato da personale in borghese che tutela il lavoro di chi opera all’interno del centro. Inoltre stiamo pianificando lezioni di autodifesa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Schianto in moto, morto un uomo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento