rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Economia Porto Marghera

L'Alkeemia di Porto Marghera ceduta al fondo inglese Blantyre Capital

Società d’investimento con sede a Londra che nel 2020 sottoscrivendo un fondo immobiliare ha acquisito un complesso di 16 mila metri quadri al Tronchetto

Fluorsid, gruppo di produzione e vendita di fluoroderivati per l'industria dell'alluminio, ha chiuso ieri la cessione della sua controllata Alkeemia spa e dei relativi asset, ovvero lo stabilimento di Porto Marghera in Italia e la partecipazione del 50 per cento in Cf Carbons in Germania, ad un fondo gestito da Blantyre Capital Limited. Quest'ultima è una società d’investimento con sede a Londra, fondata nel 2016 da Mubashir Mukadam, che a fine novembre 2020 sottoscrivendo un fondo della società Investire Sgr ha acquisito un complesso di 16 mila metri quadri al Tronchetto: 5 dei 6 blocchi in gran parte sfitti, e destinati ora a uso commerciale, negozi e uffici. Fluorsid aveva costituito nel 2018 l'Alkeemia spa comprando lo stabilimento Solvay di Porto Marghera.

La vendita di Alkeemia ieri è parte di una strategia volta a focalizzare le operazioni dell'azienda verso il mercato dei fluoroderivati per l'industria dell'alluminio, in cui Fluorsid ha operato per più di cinquant’anni. Alkeemia è uno dei principali produttori di acido fluoridrico anidro in Europa e Blantyre Capital ha riconosciuto in essa la posizione da leader ed il suo potenziale. Questi aspetti, uniti alla forte esperienza del management fanno ritenere che l'azienda sia in una posizione unica per continuare i suoi piani di investimento e di crescita. L'operazione prevede che Fluorsid e Blantyre assicurino un’ordinata transizione, consentendo il mantenimento dei posti di lavoro e la continua erogazione dei servizi esistenti ai clienti di Alkeemia, nel rispetto di sicurezza e ambiente. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Alkeemia di Porto Marghera ceduta al fondo inglese Blantyre Capital

VeneziaToday è in caricamento