menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia irresistibile per gli stranieri, il business cresce: +20% di introiti dall'estero

Dati in aumento in quasi tutta la Penisola, che piace sempre più ai viaggiatori internazionali. Presentati i risultati dello studio Ciset. L'assessore Mar: "Sperimentazioni in corso"

Il turismo è sempre più un affare, a Venezia maggiormente che in altre destinazioni d'Italia. Lo dimostrano i numeri, che evidenziano come siano in notevole aumento le entrate valutarie dall'estero: se nella Penisola la provincia con il dato più elevato si conferma Roma (6.743 milioni di euro), che ha segnato una crescita del 20,3% rispetto al precedente anno, al secondo posto si piazza appunto il capoluogo veneto (+19,4%), seguito da Napoli (+17,8%). A Milano e Firenze il trend è opposto, con le entrate in diminuzione rispettivamente del -2,4 e -6,3%.

Studio sul turismo internazionale

E' il quadro emerso dalla XVIII conferenza "L’Italia e il turismo internazionale. Risultati e tendenze per incoming e outgoing nel 2017", organizzata da Ciset, università Ca' Foscari in collaborazione con la Banca d’Italia e svoltasi giovedì 10 maggio. Un evento consolidato per gli operatori del settore, per discutere l’evoluzione dell'Italia come meta turistica mondiale e il comportamento di vacanza degli italiani che viaggiano all'estero. Il rettore Michele Bugliesi ha sottolineato come "il Ciset, il centro di Ca’ Foscari istituito insieme alla Regione Veneto nel 1991, è diventato nel corso degli anni un punto di riferimento per gli studi e la ricerca sul turismo". Sono intervenuti il direttore Turismo del Mibact, Francesco Palumbo, Stefan Marchioro della direzione Turismo della Regione Veneto e il presidente di Ciset, Agostino Cortesi.

"A Venezia sperimentazioni in corso"

Per il Comune era presente l'assessore al Turismo Paola Mar: “Sono qui, oltre che come assessore, anche come membro del network grandi destinazioni italiane per un turismo sostenibile, del quale fanno parte anche Firenze, Milano, Roma e Napoli, e come partecipante alla Cabina di regia per il piano strategico del turismo nella Regione Veneto". Evidenziato il lavoro dell'amministrazione: "È essenziale conoscere i numeri dei flussi per monitorare quello che accade. In questo momento Stiamo sperimentando dei contapersone. Ogni anno forniamo i numeri non solo degli ospiti che arrivano e delle loro scelte in ambito ricettivo, ma incrociamo anche i dati con il settore cultura, per vedere quali sono le strutture più visitate, e in quale periodo dell'anno". Da notare che, su scala nazionale, si prevedere un trend in ascesa fino al 2030.

Entrate e uscite

Qualche dato sul business turistico Italia-estero: 39,1 miliardi di euro spesi dai visitatori internazionali in Italia tra gennaio e dicembre 2017, a fronte di 36,4 miliardi nel 2016. In aumento anche i consumi dei viaggiatori italiani all’estero: 24,5 miliardi di Euro nel 2017, contro 22,5 miliardi nell’anno precedente. Nel 2017, il saldo netto della bilancia dei pagamenti turistica in Italia rimane perciò positivo e pari a 14,6 miliardi, in aumento rispetto a quello registrato nel 2016 (13,8 miliardi, +5,7%). Risultato generato da una crescita significativa delle entrate internazionali per turismo (+7,7%), di poco superata dall’espansione delle uscite internazionali (+8,9%).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento