Istruzione, viabilità, rifiuti: a Venezia spesa alta ma efficiente, i dati dell'osservatorio

L'università del Sacro cuore ha analizzato le performance dei comuni della penisola su dati del 2016

L’indicatore di efficienza del Comune di Venezia è di 22,25 punti, cifra ottenuta dal rapporto tra spesa pubblica e servizi offerti ai cittadini. Una buona performance se confrontata con quelle di città come Milano e Roma, che ottengono punteggi prossimi allo zero. Altri comuni, però, sono molto più virtuosi: in cima alla classifica c'è Pisa, mentre Padova e Treviso si collocano rispettivamente al terzo posto (71,92) e al nono (55,78). Attenzione, però, perché le composizioni dei punteggi raccontano storie differenti: ad esempio due amministrazioni che hanno punteggi simili potrebbero comportarsi in modo diverso: una spende poco e dà poco agli abitanti, un'altra investe di più ma fornisce più servizi.

Spesa alta, alta anche l'offerta

Ecco allora che Venezia, con un indicatore di spesa di 58,32, è la grande città italiana più "generosa" nella spesa pubblica; ma anche l'indicatore di offerta è elevato (80,57), tra i più alti della Penisola: nel complesso, quindi, il capoluogo veneto appare alla posizione numero 20 tra le 52 città italiane di almeno 80mila abitanti. La classifica ("l’efficienza dei comuni delle regioni a statuto ordinario") è stata redatta dall'osservatorio sui conti pubblici dell'università cattolica del Sacro cuore sulla base delle informazioni raccolte da Sose spa, società partecipata dal ministero delle Finanze e da Banca d’Italia. Le informazioni sono relative al 2016.

I settori valutati

Il confronto tra indicatore di spesa e indicatore di offerta è stato effettuato per 6 funzioni svolte dai comuni: la viabilità ed il territorio, l’istruzione pubblica (inclusi gli asili nido), le funzioni generali di amministrazione e controllo (esempio gestione del personale comunale), le funzioni di polizia locale, i servizi del settore sociale (ad esempio strutture residenziali di ricovero per anziani) e lo smaltimento rifiuti. L’indicatore di efficienza complessiva è calcolato come media ponderata dei 6 indicatori, con pesi che riflettono la quota, rispetto al fabbisogno standard totale, di ogni funzione di spesa: l'amministrazione incide per circa il 20%, la gestione dei rifiuti per il 26%, l'istruzione per il 18%, la viabilità e il sociale per il 14% ciascuno, la polizia locale per il 7%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Schermata 2019-05-22 alle 15.28.22-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia: «Vicenda di Jesolo inconcepibile, certe aggregazioni sono un danno sanitario»

  • Noale in lutto, è morto a 29 anni il consigliere comunale Damiano Caravello

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Rapina una 15enne, la minaccia con delle forbici e la molesta sessualmente: denunciato

  • 17enne insegue i rapinatori e li fa arrestare

  • Coronavirus, nuovi positivi in provincia di Venezia. Ricoveri stabili a 8

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento