menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confindustria, imprese veneziane alla conquista del mercato russo

Parte mercoledì 10 ottobre la missione a Mosca che vedrà la partecipazione di 12 aziende associate alla fiera del mobile Salone Worldwide Moscow. un'iniziativa nel solco di "MADE IN VENICE"

Parte mercoledì 10 ottobre la missione veneziana a Mosca che vedrà la partecipazione di 12 aziende associate alla fiera del mobile Salone Worldwide Moscow. A latere di questa manifestazione è prevista una missione multisettoriale istituzionale-commerciale di 17 aziende, che sarà guidata dal presidente Luigi Brugnaro e sarà impegnata in un fitto calendario di incontri business to business. L’iniziativa si propone come seguito alla campagna di promozione dell’area metropolitana di Venezia nel mondo, iniziata l’anno scorso con le missioni in Cina e Giappone e destinata a continuare con la missione in Brasile programmata per il prossimo novembre.


I soci partecipanti al salone del mobile e organizzati in un consorzio chiamato MADE IN VENICE (www.luxurymadeinvenice.it) si presenteranno al Worldwide Moscow con cataloghi mirati e un imponente stand. «E’ stato un progetto impegnativo, ma quanto mai motivante» afferma Agnese Lunardelli, promotrice del consorzio. «Siamo tutte medie realtà locali, da tempo affacciate anche ai mercati esteri. Amiamo definirci "artigiani" e, come tali, a volte dimentichiamo che la forza dell’insieme va ben oltre quanto possono realizzare "due sole mani" . Con questo spirito è nato "MADE IN VENICE", per affrontare l’estero insieme, tenendo bene alta la bandiera individuale ma innalzando al contempo anche quella territoriale, che tanto ci premia e ci inorgoglisce».


L’attività economica e commerciale in Russia sta tornando ai livelli pre-crisi, i segni della ripresa hanno cominciato a farsi sentire già nel 2010 quando, secondo l’Istat, l’interscambio con l’Italia (21 miliardi di euro), ha segnato un aumento di oltre il 13% rispetto all’anno precedente, grazie anche al progressivo aumento del prezzo del petrolio e di altri idrocarburi di cui la Russia è fornitrice e a quello delle nostre esportazioni che, sempre nel periodo di riferimento, sono aumentate del 23%, restituendo all’Italia la classifica di principale partner europeo dopo la Germania. Le merceologie più premiate da questa ripresa riguardano i macchinari, il cui export italiano nel 2010 è cresciuto sensibilmente. Anche l’abbigliamento ha segnato un crescita di quasi il 5% rispetto ai dati dell’anno precedente. Spazi di mercato possono essere occupati anche nei settori delle attrezzature e dei mezzi di trasporto, della chimica e dell’alimentare.


Le aziende di Confindustria Venezia aderenti al consorzio Made in Venice sono:
Abate Zanetti Murano, opere d’arte in vetro (www.abatezanetti.it)
Acinque, porte in legno e in vetro scorrevoli e a battente (www.a-tipiko.it)
Artexa, tappeti e arazzi di artigianato artistico (www.tappetiartexa.it)
Colorificio San Marco, sistemi vernicianti per l’edilizia (www.san-marco.it)
Luci Italiane, complementi  per illuminazione (www.luciitaliane.com)
Luigi Bevilacqua, tessuti per l’arredamento (www.luigi-bevilacqua.com)
Lunardelli Angelo, serramenti e arredamenti in legno (www.lunardelli.ru)
Nightline by Portoflex, materassi e imbottiti (www.portoflex.com/www.nightline.it)
Piarottolegno, lavorazione di legno massiccio per l’arredamento (www.piarottolegno.it)
Romea Legnami, lavorazione del legno per l’edilizia e l’arredamento (www.romealegnami.com)
SSHG, oggetti in vetro artistico (www.seguso.com)
Uno, mobili per il contract alberghiero (www.unocontract.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento