Sempre meno soldi alle imprese veneziane, nell'ultimo anno prestiti crollati di 1,2 miliardi

Il dato è riportato dalla Cgia di Mestre, che sottolinea come nonostante le banche abbiano beneficiato di importanti manovre, i soldi fatichino comunque ad essere prestati alle aziende

Crollano i prestiti alle imprese veneziane, con un calo nell'ultimo anno di 1,2 miliardi di euro rispetto a quello precedente. Per la Cgia prosegue così anche in provincia di Venezia la contrazione dei prestiti bancari alle aziende. I dati sottolineano che il calo è stato del 9%. Sebbene la riduzione sia stata inferiore al dato medio registrato nel Veneto (-9,5%), nei confronti del dato nazionale (-6,3%), invece, la nostra provincia sconta ancora un gap molto preoccupante.

"I soldi faticano ad arrivare alle imprese"

"Nonostante in questi ultimi anni le banche abbiano potuto beneficiare di importanti misure messe in campo dalla Bce, come il Quantitative easing e il Tltro - ricorda Roberto Bottan, presidente Cgia - questi soldi faticano ad arrivare alle aziende, tantomeno a quelle veneziane. È vero che in questi ultimi anni l'incidenza delle sofferenze sugli impieghi in capo alle imprese sta scendendo troppo lentamente, ma è altrettanto vero che gli istituti di credito sono ancora poco inclini ad impegnare nell'economia reale i soldi ricevuti da Francoforte. Senza banche - spiega Bottan - non si può fare economia. Anche il territorio veneziano è retto quasi esclusivamente da piccole e micro imprese tradizionalmente sottocapitalizzate e a corto di liquidità. Pertanto, il ruolo degli istituti di credito rimane centrale sia per dare ossigeno all'intero sistema sia per creare le condizioni per rilanciare con forza la ripresa in atto. Per questo - conclude - auspichiamo che gli istituti di credito tornino a fare il loro mestiere, sostenendo e rischiando assieme al mondo delle aziende, in particolar modo con quelle piccole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento