Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia

Via l'accordo integrativo di secondo livello per i 60 addetti Save Cargo del Marco Polo

La compagnia lo ha comunicato alle sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Uil Trasporti, e alle Rsa che ora decideranno con i lavoratori il da farsi

«Non essendo emerse neppure le basi per una possibile soluzione condivisa, si darà corso alla disdetta da parte aziendale di tutti gli accordi di secondo livello a decorrere dal primo agosto 2021. Inoltre il rapporto di lavoro dei dipendenti Save Cargo sarà regolamentato dalla parte specifica Handlers del Ccnl del Trasporto aereo allo scadere della attuale parte Gestori». Lo ha comunicato oggi Save Cargo alle segreterie Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Uil Trasporti, e Rsa. 

Come aveva fatto capire mesi fa, la compagnia intende applicare diverse condizioni contrattuali che siano per vantaggiose per la società. Nessuna intesa era stata raggiunta a marzo scorso tra le parti e oggi la compagnia aeroportuale è passata all'azione. I sindacati si erano anche opposti al passaggio dal contratto Gestori a quello di Handling per i 60 addetti del Marco Polo, che avrebbe comportato una regressione di tutti i parametri applicati ai dipendenti. Si era calcolato un 10-15% di guadagno in meno visto che non c'è una voce specifica per il premio di risultato. Una reazione a seguito della decisione unilaterale si profila più vicina all'orizzonte dopo che le rappresentanze avranno appreso le intenzioni dei lavoratori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via l'accordo integrativo di secondo livello per i 60 addetti Save Cargo del Marco Polo

VeneziaToday è in caricamento