Lunedì, 18 Ottobre 2021
Economia

Via i canoni sugli stazi dei taxi e riduzione del 75% della Cosap ai gondolieri

Lo ha deciso la giunta comunale veneziana per il 2020 e per il 2021

Approvato dalla giunta comunale l’annullamento dei canoni, per il 2020 e per il 2021, sia per l’utilizzo di stazi e rive da parte dei taxi, che della Cosap per i gondolieri. Nel primo caso, su proposta dell’assessore alla Mobilità Renato Boraso, il provvedimento riguarda pontili pubblici e stazioni comunali dei taxi e pontili per il servizio di noleggio con conducente. 

«Il trasporto taxi e quello di noleggio con conducente – spiega Boraso - ha visto una riduzione drastica fino ad arrivare, in alcuni mesi, a fermasi del tutto. Abbiamo voluto dare la possibilità di non pagare quanto dovuto, al tempo stesso stabilendo la rinuncia al contenzioso o ad instaurare un contenzioso per tutte le annualità fino al 2021 compreso e l’impegno a versare le eventuali somme dovute in massimo quattro rate trimestrali, la prima da versarsi all’atto della sottoscrizione dell’accordo». La delibera stabilisce in caso di accettazione dell’accordo, il riconoscimento di una riduzione del 20% delle eventuali spese di soccombenza a cui sono stati condannati gli interessati e il rimborso delle annualità già versate eventualmente per il 2020 e 2021.

«Ai gondolieri una mano tesa - commenta l'assessore al Bilancio Michele Zuin - una categoria che ha affrontato mesi di totale inattività». Ci sarà l’esenzione del 75% del canone di occupazione di spazi ed aree pubbliche per i titolari di concessione di spazi e specchi acquei per gli stazi del servizio pubblico di gondola e di sandolo. «Il momento storico che stiamo vivendo e che ha colpito la città fin dai primi mesi dello scorso anno ha lasciato intere categorie completamente senza lavoro per un lunghissimo periodo e grazie al risanamento dei conti del Comune di Venezia, ora possiamo concedere una forte riduzione dei pagamenti della Cosap ai gondolieri. Una mano tesa e un sostegno concreto ad una attività della nostra tradizione e simbolo di Venezia nel mondo», conclude Zuin. La misura è riservata a chi è in regola con i pagamenti dei canoni per gli anni 2019 e precedenti. Il Consiglio comunale ha approvato lo scorso 21 luglio le necessarie variazioni al bilancio per dare opportuna copertura finanziaria a questo provvedimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via i canoni sugli stazi dei taxi e riduzione del 75% della Cosap ai gondolieri

VeneziaToday è in caricamento