menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costa Crociere riparte da "Fascinosa": "Mai più una tragedia come al Giglio"

Inaugurata stamattina la nuova imbarcazione della compagnia, realizzata da Fincantieri. Trecento metri di lunghezza, tra sport e lusso. Cerimonia all'insegna del ricordo della Concordia

Una nave da 114.500 tonnellate di stazza, una capacità massima di 3.800 passeggeri e 1.110 persone di equipaggio: questo è Costa Fascinosa, la nuova nave ammiraglia di Costa Crociere presentata oggi a Venezia alla presenza del ministro del Turismo, Piero Gnudi. La nave, realizzata da Fincantieri, è "un gioiello della marineria italiana" come l'ha definita l'amministratore delegato di Costa Crociere, Pier Luigi Foschi. E' lunga 290 metri, larga 35,5 metri, può raggiungere i 23 nodi ed è dotata di 17 ponti, di cui 13 riservati ai passeggeri, per un totale di 1.508 cabine.

Ha 5 ristoranti, 13 bar, 4 piscine, un campo polisportivo e un centro benessere samsara considerato il più grande mai realizzato su una nave, oltre 6.000 metri quadri. Come tutte le navi da crociera di nuova generazione, poi, Costa Fascinosa è dotata di un casinò, una discoteca, sale da ballo, teatri, shopping center ed una sala cinema in 4D, oltre ad una serie di altre attrattive per il divertimento.

La nuova ammiraglia della flotta di Costa Crociere nasce inevitabilmente nel segno di Costa Concordia. Non poteva che essere così: per il battesimo della più grande nave che mai la compagnia abbia avuto (114.500 tonnellate per 3.800 passeggeri), il presidente e amministratore delegato di Costa Crociere, Pierluigi Foschi, è partito da lì, dal Giglio, per presentare quello che considera "un gioiello della marineria italiana".

"Non possiamo ignorare quanto avvenuto - ha detto, visibilmente emozionato -. E' stato un incidente che non doveva succedere. Un incidente che non succederà più". Alla luce della tragedia del Giglio, Costa Crociere ha deciso in accordo con Carnival di implemetare tutte le sue misure di sicurezza, e ha individuato sette punti specifici per evitare che vi sia mai più nella sua storia un'altra Costa Concordia. Le misure riguardano un sistema di monitoraggio per seguire in tempo reale la rotta delle navi (High Tech Safety Monitoring System, HT-SMS), l'addestramento dei passeggeri, quello degli ufficiali. In particolare Foschi ha sottolineato quest' ultimo punto: "Abbiamo pensato fosse necessaria una gestione più collegiale del ponte di comando. Nessuno vuole stravolgere l'autorità del comandante ma semmai allargare la responsabilità del comando a una valutazione più collegiale delle decisioni da prendere". (ANSA)

 

L'ARRIVO DELL'IMBARCAZIONE A VENEZIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento