menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'inflazione "esplode" in città e i carrelli sono sempre più vuoti

Secondo l'Istat a Venezia i prezzi al consumo sono aumentati del 4,4% rispetto a febbraio 2011. Solo Potenza è riuscita a fare di peggio (+5,3%). "Dati che fanno rabbrividire", commenta la Cgil

Venezia città sempre più cara. Almeno secondo le rilevazioni Istat. L'Istituto nazionale di statistica, infatti, posiziona il capoluogo lagunare in vetta tra le città che si sono caratterizzate per un aumento dei prezzi al consumo. Solo Potenza è riuscita a fare di peggio. Venezia segna un poco lusinghiero +4,4% rispetto a febbraio 2011, Potenza +5,3%. Con L'Aquila  (+4,1%) si forma un terzetto che distanza tutti gli altri. La forbice è molto ampia. Le variazioni più moderate riguardano infatti Firenze (+2,8%) e Perugia (+2,9%).

 

A febbraio 2012, l’indice nazionale dei prezzi al consumo, comprensivo dei tabacchi, registra a livello nazionale un aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente, e del 3,3% nei confronti di febbraio 2011 (era +3,2% a gennaio). L’inflazione acquisita per il 2012 è pari all’1,9%. L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende al 2,2% dal 2,3% di gennaio 2012.

I maggiori incrementi congiunturali dei prezzi rilevati riguardano i trasporti (+0,9%), i prodotti alimentari e le bevande analcoliche (+0,8%), ricreazione, spettacoli e cultura (+0,6%) e abitazione, acqua, elettricità e combustibili (+0,4%).

 

"Di fronte a questi dati viene da rabbrividire, soprattutto in una realtà come la nostra dove attualmente migliaia di persone vivono del sussidio di mobilità o di cassa integrazione, dove il lavoro dei giovani è precario e sottopagato, dove le prospettive sono incerte anche per il 2012 - commenta il segretario generale della Cgil di Venezia, Roberto Montagner - E’ indispensabile una svolta, sia sul piano delle politiche industriali e di sviluppo che su quelle fiscali, a partire da una riforma che sposti finalmente il prelievo dalle tasche di lavoratori e pensionati ai grandi patrimoni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento