menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Italia grande occasione, ma accesso al credito e logistica frenano i capitali esteri"

Venerdì mattina incontro nella sede di Mestre della Camera di Commercio tra addetti del settore. Si tratta di un progetto in più fasi che porterà a un dossier ad hoc

Molta partecipazione al convegno ospitato venerdì mattina dalla Camera di Commercio di Venezia e Rovigo nella sede di Mestre. Si è discusso di "Investimenti esteri in Italia, risorsa odierna e speranza di domani". Si è trattato di un'iniziativa organizzata da Confassociazioni e Confassociazioni International in collaborazione con Unioncamere italiana. Il convegno è stata la seconda di sei tappe.

Al tavolo dei relatori oltre al Ministero degli Affari Esteri, alla Regione e agli organizzatori, rappresentanti appartenenti al mondo delle Istituzioni e delle Associazioni di categoria. In sala numerosi rappresentanti di società di consulenza, banche, istituzioni locali e regionali, associazioni di categoria e rappresentanti di consolati esteri in Italia.

Una descrizione dello status quo, nazionale e regionale, ha offerto la possibilità ai partecipanti di condividere la situazione di grande potenzialità del “Paese Italia” e delle grandi difficoltà del “Sistema Paese”, in grado di risultare interessante a appetibile nell’ingegno e nel know how, ma complesso e non conveniente nei processi di avvicinamento da parte di capitali stranieri. 

Infrastrutture, logistica e accesso al credito sono state tra le prime istanze sviscerate e affrontate come tematiche su cui fare rete, ma altrettanto determinante è stato considerato il ruolo del capitale umano come unica vera risorsa su cui investire. In particolare, la presenza dell’Università Ca’ Foscari ai tavoli di discussione  ha fatto luce sull’importanza strategica del ruolo degli studenti negli scambi internazionali, sia italiani all’estero e sia stranieri in Italia, come prima fonte di reale creazione di ponti tra imprese e paesi diversi. 

È emerso infine, come messaggio fortemente sentito nel territorio veneto, la contingente necessità di fare davvero rete e sistema, tra realtà istituzionali e tra imprese, come unica soluzione per promuovere l’economia e il territorio nel solo unico scopo comune a tutti, ovvero il rinnovamento del Made in Italy. Gli atti del convegno assieme i risultati della altre tappe in Italia costituiranno un dossier tematico da sottoporre a MISE, MEACI, ICE Agenzia, ed Unioncamere italiana quale strumento a supporto dei decisori politici per migliorare l’attuale quadro congiunturale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento