Opere pubbliche per contenere l'impatto del Covid-19 sulle imprese appaltatrici

Il Comune: «Abbiamo adottato le misure necessarie anche al fine di pagare più frequentemente»

Lavori pubblici, archivio

La giunta comunale ha approvato un atto di indirizzo volto ad attenuare gli impatti economici delle misure governative di contenimento della pandemia Covid-19 sulle imprese appaltatrici del comune di Venezia. L'amministrazione ha messo in cantiere un piano di realizzazione di opere pubbliche sul proprio territorio.

Appalti

La dichiarazione dello stato di emergenza e i provvedimenti legislativi e amministrativi del Consiglio dei ministri hanno necessariamente comportato notevoli impatti sullo svolgimento delle attività economiche, comprese quelle legate all'esecuzione dei contratti di appalto stipulati dagli operatori con il Comune. «In particolare - spiega l'assessore al Bilancio Michele Zuin  - le più recenti disposizioni hanno comportato il rallentamento delle filiere produttive interessate allo svolgimento dei lavori pubblici». Proprio per questo, considerato anche l'appello dell'associazione nazionale costruttori che ha chiesto l'adozione di provvedimenti  volti a lenire le gravi conseguenze economiche  della situazione, l'Amministrazione comunale ha deciso di approvare questo specifico atto d'indirizzo per implementare il livello di sostenibilità economica-operativa dei singoli appalti comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Liquidità

«Abbiamo dato indicazioni agli uffici di adottare le misure necessarie anche al fine di pagare più frequentemente», dice Zuin. Inoltre la direzione lavori pubblici ha avuto mandato di attuare tutti i provvedimenti opportuni al fine di: emettere stati di avanzamenti lavori con cadenza anticipata rispetto ai limiti finanziari previsti dai singoli contratti purché superiori ad una soglia di ragionevole accettabilità o rispetto alle cadenze temporali previste dai contratti; liquidare le fatture relative ai certificati di pagamento emessi in tempi sensibilmente più brevi di quelli disciplinati dai singoli contratti o di quelli massimi previsti dalla normativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Tagli capelli autunno 2020: tutte le tendenze per corti, medi e lunghi

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

  • Fiori d'arancio in casa Panatta: Adriano sposa la sua Anna a Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento