Sos artigiani, non si trovano professionalità: servono carpentieri, sarte e fornai

L'appello dell'associazione del Miranese che anche quest'anno è entrata nelle classi terze delle scuole medie. Premiati i lavori migliori realizzati dagli studenti

Concorso artigiani nel Miranese

Artigiani in allarme per la mancanza di professionalità pronte a sostituire le leve in uscita in attività di importanza fondamentale per la comunità. «Una volta che le saracinesche delle attività oggi nelle mani di artigiane e artigiani vicini alla pensione scenderanno per l'ultima volta, che ne sarà dei loro mestieri? Già oggi gli imprenditori delle nostre zone faticano a trovare tra i giovani un carpentiere, un fornaio, una sarta. Come faremo tra qualche anno se non ci sarà nessuno a cui passare il testimone?», si chiede il funzionario sindacale Andrea Dal Corso dell'associazione Artigiani Piccole Imprese e Professioni del Miranese, che torna a richiamare l'attenzione sul pericolo “scomparsa delle attività manuali”.

Le azioni

«Per invertire la tendenza servono azioni concrete da parte della politica che, anziché lanciare slogan e promesse elettorali, dovrebbe affiancarle e sostenerle. Da parte nostra cerchiamo di infondere nei giovani la curiosità per questi mestieri e di far loro approfondire la conoscenza dell'artigianato. Con questo obiettivo anche per l'anno scolastico 2018/2019 l'associazione ha promosso nelle scuole medie dei sette Comuni il concorso “Conoscere l'Artigianato: sporchiamoci le mani”.

Il progetto

Giunto alla settima edizione, il progetto ha coinvolto oltre 1.300 alunni iscritti alle classi terze di 12 istituti comprensivi, ragazzi a cui spetta l'ardua scelta del futuro, che si sono cimentati nella realizzazione di oggetti di uso comune o mai visti prima, frutto della loro creatività e di capacità spesso inesplorate. Le opere migliori sono state premiate sabato 18 maggio, nella cerimonia al teatro di Villa Belvedere a Mirano. «Abbiamo immaginato di piantare un seme - ha detto il fabbro di Scorzè Luigi Cervesato, delegato ai rapporti con le scuole –  con l'auspicio che se ne possano presto raccogliere i frutti». Il presidente della Regione Luca Zaia ha inviato una lettera all'associazione complimentandosi per l'iniziativa, ricordando l'importanza di "sporcarsi le mani" e rivolgendo un saluto ai ragazzi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vincitori

Nel corso della manifestazione conclusiva della settima edizione del concorso "Conoscere l'Artigianato: sporchiamoci le mani" sono stati consegnati:
un contributo economico per ogni istituto scolastico (in proporzione al numero dei ragazzi che hanno partecipato all'iniziativa) e una targa in ricordo dell'evento. Primi tre lavori classificati in assoluto: primo, alle classi 3E dell'Istituto Comprensivo Galilei di Scorzè e 3D dell'Istituto Comprensivo Margherita Hack di Spinea. Secondo classificato: alunni Carraro Alex, Checchetto Nicola e Carraro Tommaso della classe 3B dell'Istituto Comprensivo Alighieri di Salzano. Trezo classificato: a pari merito, gli alunni Stevanato Alice, Zampieri Elena, Trinca Francesco, Nisato Alessio della classe 2A dell'Istituto Comprensivo Leonardo Da Vinci di Mirano e la classe 3A Istituto Comprensivo Cordenons di Santa Maria di Sala.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia: «Vicenda di Jesolo inconcepibile, certe aggregazioni sono un danno sanitario»

  • Noale in lutto, è morto a 29 anni il consigliere comunale Damiano Caravello

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Rapina una 15enne, la minaccia con delle forbici e la molesta sessualmente: denunciato

  • 17enne insegue i rapinatori e li fa arrestare

  • Coronavirus, nuovi positivi in provincia di Venezia. Ricoveri stabili a 8

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento