Guanti e mascherine per andare al mercato a Venezia

Firmata domenica come da disposizioni del presidente della giunta regionale del 3 aprile. Chi non si adegua dovrà chiudere

Mercato di Rialto, archivio

Ordinanza comunale con il piano delle condizioni per consentire lo svolgimento dell’attività mercatale nel territorio: firmata oggi, domenica 5 aprile dal sindaco Luigi Brugnaro, ai sensi delle disposizioni del presidente della giunta regionale del 3 aprile. L’attività mercatale, oggetto di divieto generale, potrà essere svolta in tutti i mercati all’aperto e al chiuso che rispettino tassativamente e costantemente le misure. Nel documento il decalogo di prescrizioni cui gli operatori dovranno attenersi, che verranno ulteriormente dettagliate attraverso norme applicative del comandante della polizia locale e della direzione Servizi al cittadino e imprese del Comune. Chi non si adegua dovrà chiudere.

Le condizioni

Questa ordinanza consentirà, nel rispetto delle regole, il mantenimento di mercati giornalieri e settimanali nel territorio comunale, come punto di approvvigionamento per molti cittadini, tenuto conto del rilievo sociale e di servizio che l’attività mercatale di soli generi alimentari svolge nell’ambito della comunità veneziana e in considerazione delle peculiarità territoriale della città e degli usi della popolazione, in relazione alle misure di contenimento indotte dall’emergenza. Obbligatorie mascherina e guanti monouso.

Nei prossimi giorni la polizia locale rafforzerà i servizi dedicati alle attività commerciali, per garantire la corretta applicazione dell'ordinanza. Occorre che:

  • l'area mercatale sia completamente delimitata con transenne o nastri in modo da identificare esattamente l’area interessata, l’accesso e l’uscita; è consentito individuare e segnalare ulteriori uscite di emergenza a condizione che siano costantemente presidiate;
  • sia previsto un unico accesso all’area mercatale con l’individuazione di una area di rispetto esterna, anche non in uso esclusivo, che consenta il formarsi di un'eventuale coda ordinata che rispetti le condizioni di distanziamento sociale;
  • l'accesso all’area mercatale sia consentito ai soli clienti dotati di mascherine protettive e guanti. Al varco, nella logica della leale collaborazione, potranno essere messe a disposizione dei clienti che ne risultino sprovvisti;
  • il numero di persone che possono accedere contemporaneamente all’area mercatale sia pari al numero di metri lineari costituenti il fronte di vendita dei singoli posteggi;
  • sia consentito l’accesso contemporaneo a ciascuna area mercatale di un solo componente per nucleo familiare, eventualmente accompagnato da un minore di anni 14;
  • il controllo degli accessi e delle eventuali code sia a cura e onere dei partecipanti al mercato e delle loro organizzazioni; in sede di prima applicazione, onde consentire agli operatori di organizzarsi, la polizia locale provvederà a verificare le condizioni di accesso disciplinando i flussi e le eventuali code anche con l’ausilio dei volontari della protezione civile;
  • in ciascun posteggio gli operatori siano in un numero congruo a garantire il distanziamento sociale e indossino mascherine atte a garantire la copertura di naso e bocca oltre che guanti protettivi monouso;
  • sia messa in atto, da parte degli stessi operatori commerciali con l’ausilio della polizia locale, ogni attività atta a prevenire la formazione di assembramenti; gli operatori commerciali hanno l’obbligo di segnalare il formarsi di eventuali assembramenti. In ciascun posteggio gli operatori siano in un numero congruo a garantire il distanziamento sociale tra loro nonché indossino mascherine atte a garantire la copertura di naso e bocca oltre che guanti protettivi monouso;
  • sia messa in atto, da parte degli stessi operatori commerciali con l’ausilio della Polizia locale, ogni attività atta a prevenire la formazione di assembramenti; gli operatori commerciali hanno l’obbligo di segnalare alla Polizia locale con immediatezza il formarsi di eventuali assembramenti.
  • Ogni operatore commerciale dovrà porre a terra, prima dell’inizio delle operazioni di vendita, segnaletica finalizzata a tenere distanziati i clienti dal banco e fra loro nel rispetto dei principi del distanziamento sociale.
  • All’uscita di ogni area mercatale sia collocato, a cura di Veritas, un cestone per lo smaltimento in sicurezza di guanti e mascherine. Per garantire l’effettiva vigenza delle condizioni di sicurezza il comandante della polizia locale, di concerto con la direzione servizi al cittadino e imprese, potrà:
  • disporre il trasferimento di posteggi in modo di garantire l’efficace rispetto delle misure di sicurezza, nonché disponendo il numero massimo di posteggi all’interno di ciascuna area mercatale, limitare gli orari di svolgimento dei mercati, correlandoli alle unità messe a disposizione dagli operatori commerciali per garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività e alla forza disponibile della polizia locale e stabilirà:
  • l’esatta conformazione dell’area mercatale con l’individuazione del numero massimo di posteggi; le modalità di perimetrazione dell’area mercatale; il numero e la tipologia di addetti al controllo e alla canalizzazione dei flussi e alla prevenzione degli assembramenti; la capienza massima di clienti presenti contemporaneamente all’interno dell’area mercatale; eventuali misure integrative per la sicurezza dei singoli siti in relazione alle peculiarità dei luoghi; Nei prossimi giorni la polizia locale rafforzerà i servizi dedicati alle attività commerciali, per garantire la corretta applicazione dell'ordinanza.

Mascherine mercato-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto: distribuzione dei guanti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo e viene travolto

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento