Economia

Posticipata la tassa sui rifiuti per 350 alberghi e 1.200 attività commerciali

L’amministrazione comunale jesolana ha deciso il rinvio, da giugno ad agosto, della prima rata Tari 2021. Il sindaco Zoggia: «È necessario incentivare il più possibile il tessuto economico». Prevista anche una riduzione del 12%

Piazza Mazzini a Jesolo, foto di archivio

L’amministrazione comunale jesolana ha deciso il rinvio, da giugno ad agosto, della bollettazione relativa alla prima rata della Tari 2021, la tassa sui rifiuti, per le attività economiche, al fine di sostenere la ripresa nella prima fase di avvio della stagione estiva alleggerendo le imprese dal costo del tributo.

Sempre sul fronte della Tari, è prevista per il 2021 una riduzione del 12% circa della tassa sulle attività economiche, promossa dalla maggioranza di Consiglio comunale che sarà finanziata dal Comune attraverso le risorse, per un importo di 800 mila euro, derivanti dall’avanzo di amministrazione 2020. A favore del tessuto economico jesolano si aggiungono poi la riduzione dell’imposta sulla pubblicità stabilità in circa 80 mila euro complessivi e la disapplicazione dell’imposta di soggiorno attuata per il mese di maggio 2021. Rimanendo sulla Tari, a incidere potrebbero essere anche le risorse statali che dovrebbero rendersi disponibili per gli enti locali nel corso dell’anno e che potrebbero tradursi in ulteriori benefici.

«Ora che iniziamo a vedere seriamente un percorso di ripresa per il settore del turismo, grazie al progressivo allentamento delle restrizioni, dell’avanzamento della campagna vaccinale e la riduzione della pressione del virus, si rende necessario incentivare il più possibile il tessuto economico che a Jesolo ha numeri elevati - è il commento del sindaco della città di Jesolo, Valerio Zoggia -. Basti considerare gli oltre 350 alberghi e le oltre 1.200 attività commerciali per dare un’idea del peso della realtà economica jesolana. Il rinvio dell’acconto Tari dovuto dalle imprese e gli altri sostegni previsti dall’amministrazione hanno l’obiettivo di sostenere la ripartenza con l’auspicio che la stagione estiva possa svolgersi al meglio e contribuire al sostentamento delle migliaia di famiglie che dipendono dal turismo balneare».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posticipata la tassa sui rifiuti per 350 alberghi e 1.200 attività commerciali

VeneziaToday è in caricamento