rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Economia Cavallino-Treporti

Ferragosto, tutto esaurito nei campeggi: 60 mila presenze a Cavallino

I dati di Assocamping e Consorzio Parco Turistico. Turismo sul litorale oltre le previsioni: più ospiti del 2019. La stagione andrà avanti fino a ottobre. Preoccupazione per i costi energetici

Ferragosto da tutto esaurito nei campeggi e villaggi turistici di Cavallino-Treporti. Il trend eguaglia la stagione 2019, in base ai dati dei gestori, ma se da un lato c’è soddisfazione per le presenze, dall’altro preoccupa il caro energia. Il turismo all’aria aperta del litorale, leader incontrastato nella tipologia di vacanza a contatto con la natura, sta vivendo una stagione di vera e propria ripartenza forte dei numeri di presenze che tornano a crescere in maniera importante. «Questa stagione è sicuramente ricca di soddisfazioni – commenta Francesco Berton, presidente di Assocamping Cavallino-Treporti –. È partita alla grande già da giugno, con l’arrivo degli ospiti per la pentecoste, e sta continuando a gonfie vele. In questo momento le strutture, i villaggi turistici di Cavallino-Treporti contano il tutto esaurito. Rispetto alle precedenti due stagioni, l’estate 2022 presenta una continuità di presenze sin dall’inizio. Probabilmente andremo a eguagliare o addirittura superare la stagione 2019».

Dati alla mano sulla capacità ricettiva, dovrebbero quindi essere oltre 60 mila gli ospiti presenti nei soli camping, che in questi giorni stanno godendo dell’enorme offerta che il territorio ha da proporre. «Oltre alla tradizionale vacanza balneare, fatta di spiaggia, ombrelloni e mare, i nostri ospiti possono godere un territorio che ha caratteristiche eccezionali – aggiunge il presidente del Consorzio Parco Turistico, Paolo Bertolini –. Si può prendere la bicicletta e visitare un entroterra fatto di paesaggi lagunari, borghi, ritrovamenti archeologici unici nel loro genere, e percorrere la “via dei Forti” con musei allestiti all’interno delle batterie militari, costruite nella prima guerra mondiale a difesa di Venezia. Un territorio ricco di spunti per creare nei nostri ospiti degli splendidi ricordi ed esperienze indimenticabili da portarsi a casa. Inoltre, gli ultimi anni hanno fatto comprendere a chi viaggia, per lavoro o vacanza, l’importanza di cercare dei servizi all’altezza di una tranquillità anche sanitaria».

Proprio in questi giorni l’analisi del portale settoriale “JetCamp”, che nella disamina compiuta su 1.900 campeggi presenti in Italia ed oltre 884.000 recensioni lasciate dei turisti, riporta al primo posto della classifica di popolarità proprio il territorio di Cavallino-Treporti, con 38.038 recensioni vagliate. «Cavallino-Treporti si conferma un distretto di eccellenza per quanto riguarda il turismo all'aria aperta in Italia e non solo – commentano i dati i presidenti Berton e Bertolini –. Non lo diciamo noi, ma gli ospiti con le loro recensioni». Anche le previsioni sul post Ferragosto lasciano intravvedere una stagione che punta a superare ogni precedente record di presenze. A trainare la coda di stagione, poi, i grandi eventi che hanno contribuito a rendere unica la capitale del turismo en plein air. «I dati previsionali sul dopo Ferragosto ci indicano un buon afflusso fino alla metà di settembre, se non anche dopo – continua Berton –. Infatti molte strutture rimarranno aperte fino a ottobre e alcune anche oltre. Quest’anno ritorna poi il grande evento per definizione di Cavallino-Treporti, ovvero il Beach On Fire, che illuminerà la notte del 27 agosto. Questo evento porta proprio con sé delle prenotazioni da parte degli ospiti. È un grande spettacolo entrato nel guinness dei primati, e quindi anche uno strumento di promozione».

Se da una parte c’è grande soddisfazione per le presenze accolte sul territorio, dall’altra però c’è anche preoccupazione per gli attriti internazionali che stanno creando instabilità nel settore delle forniture energetiche, considerando che i più grandi villaggi turistici della località hanno grandi consumi energetici. «Certo, qualche nuvola all’orizzonte c’è – conclude Berton – ed è sicuramente legata alla questione dell’energia e materie prime. La voce dei consumi, quindi gas e luce, per quest’anno peserà notevolmente nei bilanci delle aziende, che dovranno assorbire il colpo. I costi sono arrivati ormai a livelli insostenibili. Speriamo che nel proseguo la situazione internazionale si tranquillizzi». «La stagione 2022 sta dando un forte impulso alla ripartenza del settore turismo e buone aspettative in termini di lavoro ed occupazione – è il commento della sindaca di Cavallino-Treporti, Roberta Nesto –. L'auspicio è che vengano confermati i dati che ci hanno contraddistinto in questi anni come prima spiaggia del Veneto, e che anche l'ultima parte della stagione dia possibilità di lavoro e sia occasione per far vivere un'esperienza nella natura ai nostri ospiti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto, tutto esaurito nei campeggi: 60 mila presenze a Cavallino

VeneziaToday è in caricamento