Approvato il rendiconto periodico delle partecipate del Comune

La giunta adotterà le deliberazioni per dare attuazione alla razionalizzazione, il sindaco darà indirizzo al delegato nelle assemblee delle società. Trasmissione alla Corte dei Conti e al ministero dell’Economia e delle Finanze

Vega, archivio

Il Consiglio comunale odierno ha messo nero su bianco la razionalizzazione e ricognizione delle partecipate del Comune. "Nulla osta alla relazione tecnica e sui risultati conseguiti, dando mandato alla giunta di adottare le necessarie e eventuali deliberazioni volte a dare attuazione a quanto previsto e al sindaco di indirizzare il delegato nelle assemblee delle società partecipate all'approvazione delle conseguenti deliberazioni", oltre a "trasmettere la presente deliberazione, comprensiva degli allegati, alla Corte dei Conti e al ministero dell’Economia e delle Finanze".

Le società controllate

Il Comune di Venezia controlla direttamente o indirettamente 22 società divise in 5 sezioni: Gruppo Mobilità, Gruppo Casinò, Ive srl e sua controllata, Gruppo Veritas e altre società controllate, come Ames spa, Insula spa, Venezia Spiagge spa, Venis spa. Nella relazione tecnica alla razionalizzazione periodica delle partecipazioni societarie si elencano le operazioni portate a termine tra ottobre 2018 e settembre 2019: la partecipazione indiretta detenuta in Porto Marghera Servizi di Ingegneria scarl, da Insula spa, è stata ceduta a terzi il primo luglio 2019.

La situazione

Marco Polo System Geie è stato posto in liquidazione, così come deliberato all’unanimità al collegio degli associati del 12 luglio 2019, il 30 luglio scorso è stato approvato il progetto di fusione per incorporazione di Casinò di Venezia Meeting & Dining Services srl in Casinò di Venezia Gioco spa, il Tribunale di Trieste ha dichiarato la cessazione della partecipazione detenuta dal Comune di Venezia in Autovie Venete spa, con Banca Popolare Etica Scpa, a seguito dell’esercizio del diritto di recesso del Tusp (il Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica), è seguita la proposta di acquisto delle azioni da parte della società ed è in corso la definizione dei tempi e delle modalità per la stipula del contratto di compravendita. Con Magvenezia Scarl si è proceduto a esercitare il recesso con efficacia dall’11 luglio 2019.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vega in concordato preventivo

Per quanto riguarda il "Polo immobiliare" del Comune, in relazione a Vega Scarl, la società si trova in procedura di concordato preventivo. «L'amministrazione comunale ritiene che la partecipazione debba essere dismessa, ma occorrerà attendere la fine della procedura di concordato e in sede annuale di revisione del Piano di razionalizzazione sarà possibile decidere sulla futura strategia della società e del Parco Scientifico Tecnologico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento