Economia

Governo, ristori: a Venezia 23 milioni per le mancate entrate della tassa di soggiorno

Per far fronte agli ammanchi comunali lo Stato ha passato sulle casse degli enti 444,98 milioni di euro. Città lagunare, Pellicani: «Per l'acqua granda sborsati 150 milioni»

Arrivati i primi ristori a privati ed enti locali: lo rende noto aggiornando le cifre per i Comuni il sottosegretario all'Interno Achille Variati. «Sono stati il doppio per le aziende, rispetto alla prima fase - dice - Sono proporzionali a quanto le singole aziende avevano dichiarato come fatturato lordo nell'aprile 2019». Sono 46 i milioni di euro di ristoro per l'imposta di soggiorno non incamerata dalle amministrazioni comunali, di cui 23 vanno a Venezia.

Per far fronte agli ammanchi comunali lo Stato ha finora passato sulle casse enti 444,98 milioni di euro e nella conferenza Stato-Città di giovedì, annuncia il sottosegretario, «ci sarà un ulteriore apporto sull'Imu degli immobili di categoria "D", cioè quelli adibiti a stabilimenti termali, balnerai, strutture espositive, dove mettiamo circa 87 milioni e mezzo in tutta Italia, e nel Veneto 8,6 milioni ai Comuni, per mancate entrate Imu». Otto milioni e 700 mila sono destinati alle mancate entrate di Tosap e Cosap, le imposte sul suolo pubblico, che non vengono fatte versare dai Comuni agli esercenti, però lo Stato paga direttamente agli enti locali. Il dato finale complessivo dall'inizio dell'emergenza di fondi trasferiti ammonta a 508 milioni per spesa corrente che sono stati dati ai Comuni, oltre alla possibilità dell'utilizzo dell'avanzo di amministrazione.

«Per i danni derivati dalla marea eccezionale di un anno fa, l'acqua granda, il governo ha sborsato circa 150 milioni. I primi test del Mose sono stati positivi ed è nata l'Autorità per il governo della laguna - scrive l'onorevole Nicola Pellicani -. Insomma sono stati mesi di intenso lavoro dopo decenni di immobilismo. Ora, in un momento così tragico, che la città forse non ha mai affrontato dal dopoguerra, dobbiamo lavorare tutti assieme nell'esclusivo interesse di Venezia». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo, ristori: a Venezia 23 milioni per le mancate entrate della tassa di soggiorno

VeneziaToday è in caricamento