menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli occhi dei fondi d'investimento mondiali sul Lido: "Presto summit"

Il futuro dell'isola significa ex ospedale al Mare. "Piano di sviluppo confermato" per Hines Italia, che rilancia su Excelsior e Des Bains

Cambiano i nomi, ma il piano industriale rimane lo stesso. Un avvicendamento tra società di gestione del risparmio, quello tra Hines Italia SGR ed Est Capital SGR, che tocca da vicino il futuro del Lido di Venezia. Il piano industriale di rilancio (immobiliare e turistico) dell'isola è stato presentato all'assemblea degli azionisti del fondo Real Venice 1, che passerà appunto sotto il cappello di "Hines Italia SGR".

Il piano prevede prima di tutto una gestione attiva del patrimonio immobiliare del fondo, che include i due alberghi storici Excelsior e Des Bains. Dopodiché, attraverso una collaborazione con il fondo Investimenti per le Valorizzazioni che ha in portafoglio il complesso dell'"Ex Ospedale al Mare", c'è la volontà di portare l'ex nosocomio da 55mila metri quadri a caratterizzarsi per nuovi veicoli di investimento. "Il progetto potrà essere inserito nel piano di rafforzamento del settore del turismo italiano annunciato lo scorso dicembre dal Fondo Strategico Italiano (FSI)", dichiara la Hines Italia.

"I lavori di impostazione del piano sono stati avviati ed è stato programmato il primo workshop di lavoro sul Lido nel mese di giugno con i consulenti selezionati da Hines già al lavoro - continua la società - Il gruppo di lavoro sarà coordinato da Aecom, studio internazionale che si è occupato della pianificazione strategica delle Olimpiadi di Londra, che sarà affiancato dall'architetto Vittorio Gregotti e dallo studio padovano R&S".

Con riferimento ai potenziali partner finanziari e operativi che sono previsti nel piano industriale di Hines, oltre a Regent anche Starwood Capital ha presentato una proposta di collaborazione che prevede la ricapitalizzazione del fondo Real Venice 1 con un apporto significativo di nuove risorse. Si tratta di uno dei più importanti fondi di private equity al mondo, già proprietario precedentemente dell'Excelsior e del Des Bains.

"Venezia è una città ammirata da tutto il mondo e il Lido ha una storia straordinaria, che merita di essere rispettata e rigenerata - ha commentato Manfredi Catella, amministratore delegato di Hines Italia SGR - La convergenza di una ripresa di mercato unitamente all'accordo perfezionato con il gruppo Cassa Depositi e Prestiti e all'interesse dimostrato da primari investitori può ora consentire di avviare un progetto pilota per il turismo in Italia, che potrà vedere enti pubblici, investitori e banche collaborare in modo virtuoso per un progetto di sviluppo dell'economia del Paese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento