Decreti Cura e Rilancio: possibile rimodulare la Tari. Confcommercio lo chiede ai sindaci

L'appello di Zanon ai Comuni: «Riconoscano le riduzioni commisurate alla dimostrazione della diminuita quantità di rifiuti conferiti»

Contenitori per i rifiuti, archivio

L'impegno economico dello smaltimento dei rifiuti diventa difficile da sostenere, se rapportato al loro peso, nullo, per imprese costrette a tenere le saracinesche abbassate durante l'emergenza coronavirus. Il presidente di Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia, Massimo Zanon, ha scritto a tutti i sindaci della Città metropolitana di Venezia e Rovigo chiedendo loro di ridurre in questi casi la tassa sui rifiuti. Zanon ha lodato l'impegno degli amministratori che hanno chiesto con forza al governo l’attivazione di misure emergenziali concrete per dare risposte alla collettività e alle imprese. Ma per il presidente si può fare meglio. Riconoscendo analoghe decurtazioni alle aziende che hanno scelto di non aprire in pieno periodo emergenziale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I coefficienti e la quota variabile

«La Tari, almeno nella componente variabile, venga diminuita», dice motivando la richiesta con il fatto che, in base al principio “chi inquina paga”, se un esercizio è chiuso per legge, i suoi locali non producono e non conferiscono rifiuti. Chiediamo che tutti i Comuni, con sollecitudine e tempestività, applichino quanto deliberato da Arera (Autorità Governativa di Regolazione Reti, Energia ed Ambiente) che ha accolto il principio. Molte amministrazioni hanno adottato delibere che vanno in questa direzione nel Veneziano. Zanon chiede che l'imposta venga ricalcolata sulla base dei nuovi coefficienti, corretti in base ai giorni di chiusura forzata, e che alle imprese e agli studi professionali che hanno chiuso spontaneamente siano riconosciute analoghe riduzioni, commisurate alla dimostrazione della diminuita quantità di rifiuti conferiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento