Mercoledì, 16 Giugno 2021
Economia Marghera / Porto Marghera

Mega turbina a gas di Edison, la più potente mai realizzata: abbatterà le emissioni

Arrivata a Porto Marghera, scalo specializzato nel settore project cargo. Sarà utilizzata per il rinnovo della centrale termoelettrica Levante. Realizzata negli stabilimenti genovesi di Ansaldo

È iniziata martedì a Porto Marghera l'operazione di sbarco della turbina a gas Gt36 (e del suo relativo diffusore), un prodotto di alta tecnologia e ricerca ingegneristica, sviluppato e realizzato negli stabilimenti genovesi di Ansaldo Energia. Un collo eccezionale per il peso e le dimensioni (la turbina pesa oltre 520 tonnellate, pari a 400 auto, ed è  lunga circa 13 metri, quanto un pullman gran turismo), e per essere la turbina a gas più grande e potente mai realizzata in Italia, destinata a rendere la centrale termoelettrica Levante di Edison a Porto Marghera la più efficiente d’Europa. Il trasporto proveniente da Genova ha richiesto l’utilizzo della “Happy River” della compagnia Heavy Lift: di casa a Porto Marghera dove è forte la specializzazione nel settore project cargo. 

Una volta raggiunta la banchina di Edison attraverso il trasferimento del pontone lungo il canale ovest, turbina e diffusore saranno sbarcati in modalità Ro-Ro e il posizionamento su basamento di produzione avverrà con 4 coppie di sollevatori idraulici. Una volta entrata in esercizio nel 2022, la centrale di Edison a Marghera Levante abbatterà le emissioni di ossidi di azoto di oltre il 70% e le emissioni specifiche di CO2 del 40% rispetto alla media dell’attuale parco termoelettrico italiano. L’investimento complessivo per il rifacimento di Marghera Levante ammonta a oltre 300 milioni di euro.

«L’operazione è particolarmente significativa  – dice il commissario dell’Autorità di sistema portuale veneta Pino Musolino – da una parte, infatti, si ribadisce la competitività e l’attrattività del polo logistico-industriale di Marghera che, oltre alla fondamentale sinergia con il porto, gode di una collocazione geografica fortunata e di un’infrastrutturazione di prim’ordine. Una vera specialità veneziana quella del project cargo, grazie anche al collegamento fluviale con la Lombardia, alla presenza in loco di personale e operatori specializzati, di gru e banchine adeguate ai grandi carichi e di un retroporto vitale dove, non a caso, molte aziende hanno deciso negli anni di insediarsi».    

sbarco porto marghera-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mega turbina a gas di Edison, la più potente mai realizzata: abbatterà le emissioni

VeneziaToday è in caricamento