Zona logistica semplificata, al via il piano per il porto di Venezia

Lo annuncia la Regione al lavoro sulla stesura che ha l'obiettivo di rendere la vita più facile alle imprese sulla burograzia e le imposte

Porto di Venezia, archivio

Il piano strategico per la Zls, Zona logistica semplificata, rappresenta un ulteriore passo verso la sua costituzione. «Abbiamo coinvolto Comuni, associazioni di categoria, sindacati, province e la Città Metropolitana», dice il presidente del Veneto Luca Zaia annunciando la sottoscrizione del protocollo d'intesa tra Regione del Veneto e Camera di Commercio Venezia - Rovigo.

Gli adempimenti connessi al piano di sviluppo strategico hanno come fine la presentazione della proposta di istituzione della Zona logistica semplificata per il porto di Venezia e il Rodigino, cui sta lavorando da mesi il tavolo tematico coordinato dall’assessore regionale allo sviluppo economico Roberto Marcato, che a inizio agosto ha definito l’obiettivo di avviare la stesura del piano.

«Il progetto è stato avviato prima dell’emergenza Covid-19, ma oggi, alla luce di quanto accaduto vogliamo cogliere l’occasione perché possa diventare davvero uno strumento utile a rispondere alla necessità di rilancio delle nostre attività produttive - dice Marcato -, si tratta di un’opportunità unica di ripresa e sviluppo che vogliamo poter dare ai territori compresi tra l’area del porto di Venezia e la provincia di Rovigo».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento