rotate-mobile
Martedì, 21 Marzo 2023
Economia Marghera / Porto Marghera

Zona logistica semplificata a Marghera: «Una scossa per investimenti e lavoro»

Pellicani Pd: «Impegna il governo a prevedere l'istituzione dell'area, potenziata dai vantaggi del credito di imposta nel porto di Venezia»

Torna alla Camera il tema dell'istituzione di una zona logistica semplificata (ZLS) a Marghera. A riferirlo è il parlamentare veneziano del Partito Democratico, Nicola Pellicani: «Approvato la notte scorsa un mio ordine del giorno che impegna il governo nella prossima legge di stabilità a la Zls, potenziata dai vantaggi del credito di imposta nel porto di Venezia e altre aree portuali del nord Italia».

Area strategica

«È un passo in avanti per rilanciare concretamente Porto Marghera - scrive Pellicani -. Già nella scorsa legislatura l'istituzione di una Zona Speciale era stato oggetto di dibattito. Si parlava di Zes, Zone Economiche Speciali, ma l'attuale normativa consente di istituire Zes soltanto nelle regioni del Mezzogiorno. La legge di stabilità del 2017 ha dato però alle Regioni il compito di istituire le Zls, per favorire la crescita e lo sviluppo di investimenti nelle aree portuali, non disciplinate come Zes, a condizione che sia presente un'autorità di sistema portuale e che sia un'area portuale strategica».

Credito d'imposta

La zona logistica semplificata in questo caso, spiega Pellicani, ha una marcia in più, perché: «verrebbe potenziata dai vantaggi del credito di imposta, per dare una scossa ulteriore a nuovi investimenti e creazione di posti di lavoro. Se il governo manterrà le promesse la città potrà contare su uno strumento rivoluzionario di sviluppo del territorio, in cui si possono utilizzare incentivi fiscali, semplificazioni amministrative e procedurali».

Confindustria

Secondo un piano industriale elaborato da Confindustria, a Porto Marghera ci sono 385 ettari di aree libere, ovvero non produttrici di alcun reddito né per la popolazione residente, in termini di aumento del reddito pro capite, né per lo Stato in termini di imposte come Iva, Ires, Irpef, né per gli enti locali. Una Zls potenziata nell'area metropolitana di Venezia potrebbe generare in queste aree fino a 3,8 miliardi di investimenti e 55 mila nuovi posti di lavoro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona logistica semplificata a Marghera: «Una scossa per investimenti e lavoro»

VeneziaToday è in caricamento