menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Art Night 2012: in una notte Venezia "trasuda" arte da tutti i campielli

Il 23 giugno, con partenza dal cortile di Ca' Foscari alle 17, la manifestazione coinvolgerà gran parte delle associazioni culturali, delle biblioteche e delle università lagunari

Un primo importante risultato “Art Night” l'ha già raggiunto: la kermesse, ideata e coordinata dall'Università di Ca' Foscari in collaborazione con il Comune di Venezia, che trasformerà la notte del 23 giugno (il via, come l'anno scorso, alle ore 17, dal cortile di Ca' Foscari) in una vera e propria esperienza d'arte diffusa, è infatti riuscita a suscitare l'entusiasmo e il coinvolgimento di tutti gli enti che producono cultura in città, dai musei alle fondazioni, dalle gallerie private al Conservatorio, e ancora, dalle università veneziane e straniere alle librerie.

Tutti questi soggetti hanno lavorato già da settembre dello scorso anno, per proporre una seconda edizione, se possibile ancora più frizzante della prima. A presentare la manifestazione, con una conferenza stampa svoltasi oggi nella sede di Ca' Foscari, l'assessore comunale al Commercio, Carla Rey, il rettore, Carlo Carraro e il prorettore alle Produzioni culturali, Silvia Burini.

Tre le principali novità di Art Night 2012 messe in evidenza da Rey: “Innanzitutto – ha spiegato l'assessore – il Comune sarà uno dei luoghi fisici in cui si farà arte: il pontile di Ca' Loredan farà da palco d'eccezione per gruppo 'Elettrofoscari'. Grazie alla collaborazione con Actv, poi, metteremo gratuitamente a disposizione della città il Vaporetto dell'Arte, che partirà da Rialto, con cadenza oraria, dalle ore 20.10 a mezzanotte e 10, toccando le fermate di Ca' Rezzonico, Accademia, Salute, San Marco Vallaresso, per finire a Zitelle, dato che l'offerta di quest'anno dell'Isola della Giudecca è davvero rilevante. Infine, ci sarà un nuovo itinerario tra le librerie veneziane, autentici luoghi di cultura che vanno valorizzati”. L'assessore ha poi assicurato che saranno rinforzate le corse degli autobus da piazzale Roma verso la terraferma tra mezzanotte e mezza e le 2.30 del mattino, onde evitare i disagi verificatisi l'anno scorso.

Tanti gli eventi previsti, che, da quest'anno, potranno essere seguiti anche in Rete, dato che Art Night sarà anche un “Instameet” (ossia una manifestazione condivisa istantaneamente grazie al social network “Instagram”). L'assessore Rey ha comunque tracciato una mappa degli appuntamenti, citando in particolare le proposte della Fondazione Musei Civici, della Fondazione Bevilacqua la Masa, le cacce al tesoro per bambini e adulti della Fondazione Querini Stampalia, i concerti all'Ateneo Veneto, le visite guidate negli angoli nascosti dei Teatri Goldoni e Malibran, i dialoghi ecologici dell'Unesco, i laboratori per bambini della Biennale. Il programma completo si può consultare su www.unive.it/artnightvenezia


La serata, infine, non sarà solo all'insegna della fruizione dell'arte, ma anche per la ricostruzione dell'arte stessa: gli organizzatori raccoglieranno infatti contributi per il restauro di edifici storico-artistici danneggiati dal sisma in Emilia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento