menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Massimo Tommasini

Foto Massimo Tommasini

Venezia73, la bellezza di Emma Stone illumina il “red carpet”. Fan in visibilio per la star Usa

Parate di stelle nel primo "tappeto rosso" del Mostra del Cinema di Venezia. Fari puntati sulla splendida attrice, grande successo di pubblico anche per Jeremy Irons

Parata di stelle per la prima giornata giornata della 73. Mostra del Cinema di Venezia. Ad illuminare il Lido più di chiunque altro, però, è stata Emma Stone - e non poteva essere diversamente - co-protagonista insieme a Ryan Gosling (grande assente) del film di apertura della kermesse "La La Land". La giovane attrice statunitense ha conquistato il pubblico e gli addetti del settore, simpatica e spigliata con i numerosi fan, ironica e pronta alla battuta in conferenza stampa.

"Ragazzi abbandonatevi ai sogni e non rinunciateci'', aveva dichiarato in sede di presentazione del film "La La Land", il lungometraggio di Damien Chazelle che apre la Mostra del cinema di Venezia. Si tratta di un musical che aggiorna i musical di un tempo rendendoli visivamente e narrativamente contemporanei, racconta l'up&down di due giovani che caparbiamente inseguono le loro aspirazioni. ''Come il mio personaggio, Mia, anche io ho fatto provini andati male ma ne ho voluti affrontare di nuovi. Esperienze umilianti ti formano ma non ti impediscono di inseguire i tuoi sogni e io avevo il mio, fare l'attrice'', ha spiegato la Stone. Un nonno (paterno) svedese, sangue irlandese, scozzese e tedesco, Emma Stone ha cominciato con il teatro in Arizona dove è nata ma Hollywood, proprio come Mia di La La Land aspirante attrice che si mantiene come barista dentro gli studi della Universale sperando provino dopo provino di riuscire ad affermarsi.

La 73. Mostra del Cinema di Venezia è stata invece inaugurata "ufficiosamente" alle 13 di mercoledì, con la presentazione dei direttori delle giurie che saranno incaricati di premiare i film in concorso durante la kermesse lagunare. Ufficiosamente, perché l'inizio ufficiale ha coinciso proprio con il primo "red carpet", con attori e registi protagonisti indiscussi al Lido dalle 18 in poi. Tra i nomi noti che hanno sfilato e si sono prestati agli scatti dei fotografi, da segnalare anche il premio Oscar Jeremy Irons, alcuni attori italiani, come Cristiana Capotondi e Anna Safroncik, e latop model Bianca Balti.

PRESENTAZIONE DELLE GIURIE - È spettato al direttore della Mostra del Cinema, Alberto Barbera, introdurre i presidenti delle differenti giurie della kermesse: il regista e produttore cinematografico britannico Sam Mendes per il concorso generale, Robert Guédiguian, per la sezione "Orizzonti", Kim Rossi Stuart per la giuria "Opera Prima" e Roberto Andò, che presiederà la giuria di 25 giovani studenti cui spetterà il compito di decretare il miglior film restaurato ed il miglior documentario.

Al presidente della Biennale di Venezia, Paolo Barattta, dopo un breve discorso introduttivo, è spettato fare il punto su due aspetti fondamentali della kermesse, da una parte il potenziamento dei sistemi di sicurezza nella zone circostanti il festival, dall'altra l'esigenza di "abbassare i toni" a seguito del terribile sisma che ha colpito il centro Italia, e per il quale è stata annullata la cena di gala prevista per la serata di mercoledì. "Abbiamo devoluto un intera settimana di introiti della Biennale di Architettura per i paesi terremotati - ha spiegato - Questo è quello che va fatto, per non enfatizzare i fondi raccolti per generosità personale, non avrebbe avuto alcun senso mantenere la cena, sfruttandola come espediente per raccogliere fondi. Solo lo stato può garantire i fondi necessari per la ricostruzione dei paesi terremotati nel corso degli anni, e noi abbiamo fatto del nostro".

A stretto giro di posta, la giornata di presentazioni è continuata con la conferenza stampa di Jerzy Skolimovski, grande regista polacco, già in concorso nella passata edizione della Mostra con "11 Minutes", per il quale il direttore Barbera ha proposto il conferimento del Leone d'Oro alla carriera, che verrà ufficialmente consegnato al grande cineasta con una cerimonia che seguirà il primo red carpet della Mostra. Anche il celebre attore francese, Jean Paul Belmondo riceverà l'ambito riconoscimento alla carriera: proprio da quest'anno, infatti, la direzione ha voluto assegnare un duplice "Leone", il primo assegnato a registi o appartenenti al mondo della realizzazione, il secondo a un attore o un’attrice.

LA DIVA - Ma i riflettori, ed era normale fosse così, sono stati tutti puntati sul primo film in concorso "La La Land" del regista Daniel Chazelle, e sulla sua bellissima protagonista, la 27enne attrice statunitense Emma Stone, la prima star a solcare il tappeto rosso della laguna, arrivata al Lido già nella serata di martedì, tra un inevitabile bagno di folla. E la sala stampa, durante la presentazione del film diretto da Damien Chazelle di cui è la co-protagonista, ha riservato alla splendida attrice lo stesso trattamento: applausi a scena aperta e riconoscimenti diffusi per la sua interpretazione, con tanto di "mucchio selvaggio" finale per accaparrarsi una foto o l'autografo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento