menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Film fest, Mestre attira talenti dal mondo. Nuovo premio per corti girati con smartphone

Bando 2018, premiazioni dal 15 al 17 novembre. Novità di quest'anno la sezione Smart stories e quella dedicata ai documentari. Concorso sempre più rivolto alle nuove generazioni

Mestre locale e globale allo stesso tempo con il suo Film fest, iniziativa che mette insieme curiosità per la produzione cittadina (soprattutto giovanile) e apertura a una dimensione internazionale. Al centro c'è il cortometraggio, prodotto cinematografico che rende possibile una produzione "leggera" e alla portata di una platea ampia di creativi. Ancora di più quest'anno grazie all'introduzione della nuova sezione "Smart stories", dedicata ai corti realizzati con smartphone o tablet per una durata massima di 2 minuti: un sistema, per dire, che di recente ha attirato l'attenzione di uno dei più grandi festival, il Sundance, in cui sono stati selezionati, appunto, anche dei lavori interamente girati con il cellulare. Virtualmente a costo zero, più vicino che mai alle nuove generazioni. "Possono candidarsi solo gli under 30, siamo curiosi di vedere cosa elaboreranno i più giovani", ha spiegato Elisabetta Da Lio, responsabile di servizio del centro culturale Candiani.

Mestre film fest, come partecipare

Aperta la 21^ edizione

Il bando della 21^ edizione del Mestre film fest (15-17 novembre 2018) è stato presentato lunedì al Candiani. L'altra novità, oltre alle Smart stories, è l'introduzione del premio speciale per il miglior documentario, altro filone su cui l'organizzazione della manifestazione ha voluto puntare con decisione: "Negli ultimi anni il documentario sta vivendo una nuova vita - ha osservato Da Lio - Abbiamo ricevuto dei lavori molto interessanti, quindi abbiamo pensato ad un premio specifico". Al vincitore andranno mille euro, messi a disposizione dell'università popolare di Mestre. Restano i classici "Short stories", a cui possono partecipare tutti i corti di durata massima di 15 minuti, e Video for kids, ovvero video per ragazzi realizzati da under 18 delle scuole (non più di 10 minuti di durata).

Un festival di dimensione internazionale

Il festival è nato nel 1998, inizialmente per volontà dell'associazione El leon in moleca, pensato come manifestazione dedicata al cortometraggio amatoriale. Da allora è stata fatta parecchia strada, sia in qualità che in quantità: diventata internazionale a tutti gli effetti, nel 2017 la rassegna ha raccolto 750 corti da ogni parte del globo. Per Giorgia Pea, consigliera delegata cultura del Comune, il festival fa parte di un percorso complessivo che ha tra gli obiettivi quello di "favorire l'avvicinamento dei piccoli e dei giovani alle iniziative culturali, anche come riempimento di vuoti esistenziali". "Si educa con l'esempio - ha rilevato - E questi sono esempi di grande valore e stimolo. Vogliamo abbattere le barriere culturali, e per questo ringraziamo chi lavora per diffondere la cultura".

Il festival è realizzato dal Comune di Venezia, settore Cultura, centro culturale Candiani, IMG Cinemas, Cinit, Unicef - comitato regionale veneto, Lions Club Mestre Castelvecchio, Fondazione Creativamente, università popolare di Mestre e Amici delle arti.

Concorso fotografico sui paesaggi urbani

In mattinata è stato presentato anche “Insegne: parole e immagini d'Italia”, concorso fotografico promosso dal settore Cultura del Comune e dall'associazione “Linea di confine per la fotografia contemporanea” che mira a rappresentare i mutamenti del paesaggio urbano attraverso ritratti ad insegne e dettagli. È aperto ai giovani al sotto i 35 anni, che potranno presentare, entro il 17 settembre 2018, le loro opere (in cui siano ritratti insegne, scritte, messaggi, slogan) per concorrere in una delle due sezioni previste: territorio italiano oppure della città metropolitana di Venezia. Le opere vincitrici saranno premiate nell'ambito della mostra “No Fashion Places of America” (in programma dal 9 novembre al 27 gennaio 2019), del fotografo Yuri Catania, che sarà anche uno dei membri della giuria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento