menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Biennale di Venezia - Twitter

Foto Biennale di Venezia - Twitter

Venezia 74, arriva il primo dei quattro italiani in gara: applausi per il film di Paolo Virzì

In concorso The Leisure Seeker, girato negli Stati Uniti. In gara domenica 3 settembre anche La Villa di Robert Guediguian. A Stepehen Friars il premio Jaeger-LeCoultre

Alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia entra in gara il primo dei quattro italiani selezionati per il concorso ufficiale, Paolo Virzì con The Leisure Seeker (Ella & John), road movie girato in Usa con Helen Mirren e Donald Sutherland. L'accoglienza dopo la proiezione è ottima, con applausi e tutta la stampa in piedi. "Non avevo un progetto migratorio, mi sento un regista italiano - ha detto - Preparandolo ho azzardato due nomi mito, Helen e Donald, una maniera per proteggermi, convinto che dicessero no. Invece il loro yes è arrivato immediatamente. Così ho fatto questa pazzia americana".

Il film, che segue l'ultima vacanza di due anziani e malati coniugi fino alla decisione di terminarla insieme, "è sulla libertà di scegliere la propria vita, in questo caso insieme, fino all'ultimo istante", sottolinea Virzì. "Credo nella libertà di scelta". "Vorrei avere la stessa energia del mio personaggio Ella - aggiunge Mirren - fino alla fine dei miei giorni, vorrei che la mia morte se possibile fosse piena di risate".

In gara per il Leone d'oro anche La Villa di Robert Guediguian, su una riunione di famiglia in una grande casa vicino Marsiglia, che si confronta con lo scompiglio portato dall'arrivo, poco lontano, di una barca di migranti. Stephen Frears (che riceverà al Lido il Jeager-LeCoultre Glory to the filmmaker Award) torna a dirigere Judi Dench in Victoria & Abdul (Fuori concorso), storia del legame d'amicizia e confidenza, tenuto a lungo segreto tra la regina Vittoria e il segretario indiano a corte, Abdul. Sbarca alla Mostra anche Ryuichi Sakamoto, per il documentario che gli ha dedicato Stephen Nomura Schible, Ryuichi Sakamoto: Coda.

Alle Giornate degli Autori c'è in concorso Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini, favola nera sul tentativo di sterminio scientifico, avvenuto in Svizzera, di una comunità nomade, gli Jenisch. Nella stessa sezione tra gli eventi viene proposto il ritratto del monarca dell'industria italiana, Agnelli di Nick Hooker. Per Venezia Classici il film non fiction di Anselma dell'Olio La lucida follia di Marco Ferreri rende omaggio al grande cineasta a 20 anni dalla morte.

PRINCIPALI FILM IN PROGRAMMA

LA VILLA di Robert Guediguian (Venezia 74) con Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan (Sala Grande alle 17). Tre figli sono raccolti attorno al padre nei suoi ultimi giorni di vita. L'arrivo in un'insenatura vicina di un gruppo di profughi a bordo di un'imbarcazione getterà la riunione di famiglia nello scompiglio.

THE LEISURE SEEKER (ELLA & JOHN) di Paolo Virzì (Venezia 74) con Helen Mirren, Donald Sutherland (Sala Grande alle 19.30). The Leisure Seeker è il soprannome del vecchio camper con cui Ella e John andavano in vacanza coi figli negli anni settanta. Per sfuggire a un destino di cure mediche che li separerebbe per sempre, la coppia risale a bordo di quel veicolo anacronistico con destinazione Key West. John è svanito e smemorato ma forte, Ella è acciaccata e fragile ma lucidissima.

Cerimonia di premiazione per il Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker Award a Stephen Frears (Sala Grande alle 22) a seguire VICTORIA & ABDUL di Stephen Frears (Fuori concorso) con Judi Dench, Ali Fazal, Eddie Izzard. Racconta la vera, straordinaria storia dell'incredibile amicizia tra la regina Vittoria e il giovane segretario Abdul Karim, diventato suo precettore, consigliere spirituale e devoto amico.

RYUICHI SAKAMOTO: CODA di Stephen Nomura Schible (Fuori concorso - Sala Grande alle 14.30). Riconosciuto come uno dei più importanti artisti del nostro tempo, con la sua prolifica carriera Ryuichi Sakamoto ha attraversato oltre quattro decenni, da star del techno-pop a premio Oscar come compositore di colonne sonore. L'evoluzione della sua musica è coincisa con le diverse tappe che hanno segnato la sua vita.

DOVE CADONO LE OMBRE di Valentina Pedicini (Giornate degli Autori) con Elena Cotta, Federica Rosellini (Sala Perla alle 17). Anna e Hans, infermiera e suo assistente di un istituto per anziani, l'ex orfanotrofio che li ha visti prigionieri nell'infanzia, vivono come intrappolati nel tempo e nello spazio. Dal passato riappare Gertrud e il nastro dell'orrore sembra riavvolgersi.

AGNELLI di Nick Hooker (Giornate degli Autori - Sala perla 2 alle 22.15). Tutto il mondo l'ha conosciuto come "L'Avvocato". Gianni Agnelli ha attraversato il XX secolo prima a passo di danza, da fortunato erede di una grande famiglia industriale: seduttore ed elegante, affamato di vita e poliglotta ha visto le trasformazioni dell'Italia del dopoguerra, sapendo poi rischiare in prima persona per portare il marchio Fiat a competere con i giganti mondiali dell'automobile. Viene poi l'autunno del patriarca.

LA LUCIDA FOLLIA DI MARCO FERRERI (DANGEROUS BUT NECESSARY) di Anselma Dell'Olio (Venezia Classici - sala Volpi alle 17.45). La lucida follia di Marco Ferreri èun viaggio nel cosmo unico, di un autore che sceglie di occuparsi dell'essere umano nella sua essenzialità corporea e comportamentale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento