menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mostra del Cinema di Venezia, programma film oggi 7 settembre 2016

L'attrice israeliana naturalizzata statunitense si presenterà sul red carpet per due giornate consecutive. Grande attesa anche per il documentario di Malick, con Kate Blanchett

Si è fatta attendere, forse più del dovuto. Prima ritardando di qualche minuto l’inizio della conferenza stampa del film “Jackie” di cui è protagonista, poi arrivando quasi trenta minuti dopo del previsto sul red carpet, lasciando col fiato sospeso i fan e anche il direttore della Mostra, Alberto Barbera, che non riusciva a capacitarsi di una simile attesa. Ma Natalie Portman ha fatto la diva fino in fondo, facendosi attendere e poi godendosi la folla che la osannava, che urlava insistente il suo nome.

Prima i flash dei fotografi, intervallati da qualche saluto verso la folla, poi si è avvicinata alle centinaia di persone assiepate attorno al Palazzo del Cinema, alcuni - i più giovani - in attesa, fermi sul posto, dalla mattina: un’attesa “lunga una vita” per un autografo e, se fortunati, una foto con la propria beniamina. La stessa Natalie che nel primo pomeriggio aveva dribblato velocemente i fan all’Hotel Excelsior e all’entrata secondaria del Palazzo del Casinò, sul tappeto rosso non ha certo potuto privare il pubblico delle sue attenzioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto è andato secondo copione, con la prima parte del red carpet che si è consumato tra personaggi sconosciuti, semi-sconosciuti e qualche starlette in cerca di fama, per arrivare, attorno alle 19.30, al gran finale, quello in cui la scena è stata appannaggio solo ed esclusivamente della Portman. E giovedì si replica, perché l'attrice israeliana naturalizzata statunitense sarà in gara con il film "Jane Got a Gun".

Il secondo film in concorso per Venezia 73 è invece un documentario "Voyage of time: life's journey", progetto che Terrence Malick sognava di realizzare fin dagli anni '70. È uno spettacolare viaggio d'esplorazione dell'universo, tra passato, presente e futuro. Fuori concorso ci sono "Austerlitz", documentario di Sergei Loznitsa, che racconta campi di concentramento come Dachau dalla prospettiva dei visitatori che li affollano ogni anno, e "The Journey" di Nick Hamm, sull'incontro risolutivo per la pace in Irlanda del nord.

Per gli italiani, il documentario "Liberami" di Francesca di Giacomo (Orizzonti), racconta il ritorno dell'esorcismo nel mondo contemporaneo, mentre "La ragazza del mondo di Marco Danieli (Giornate degli autori) è su una giovane Testimone di Geova, Giulia (Sara Serraiocco) che inizia a sentire troppo limitanti i precetti con cui è cresciuta. A Cinema nel giardino esordisce Michele Santoro, con il suo documentario "Robinù" sui baby boss della camorra.

FILM IN PROGRAMMA

"Voyage of time: life's journey" di Terrence Malick (Venezia 73) con Cate Blanchett. L'universo ci passa davanti agli occhi in un viaggio d'esplorazione nel nostro passato planetario. Si fondono effetti speciali innovativi con grandiose riprese girate in giro per il globo e oltre il globo, alla scoperta di ciò che dura, di ciò che resiste nel tempo.

27546-Voyage_of_Time_-_Life___s_Journey__Cate_Blanchett_-2

"Jackie" di Pablo Larrain (Venezia 73) con Natalie Portman, Peter Sarsgaard. Dopo l'assassinio del "suo" presidente Kennedy, la First Lady Jacqueline Kennedy lotta contro il proprio trauma e il proprio dolore per riconquistare fiducia, consolare i figli e definire l'eredità storica del marito.

27454-Jackie_2____William_Gray-2

"Austerlitz" di Sergei Loznitsa (Fuori concorso). Il film, ispirato all'omonimo romanzo di W.G. Sebald dedicato all'Olocausto, si concentra sui visitatori di luoghi come il campo di concentramento di Dachau, chiedendosi cosa cerchino.

27608-Austerlitz_1____Imperativ_Film-2

"The journey" di Nick Hamm (Fuori concorso) con Timothy Spall, Colm Meaney. Britannici e irlandesi hanno riunito i partiti politici dell'Irlanda del Nord a St. Andrews, in Scozia, per discutere un accordo storico. La pace sembra possibile. L'unico ostacolo è convincere il predicatore protestante Ian Paisley e il repubblicano irlandese Martin McGuinness ad accettare l'accordo e governare insieme.

"Liberami" di Federica Di Giacomo (Orizzonti). Si parla dell'incontro fra la pratica esorcistica e la vita quotidiana, dove i contrasti tra antico e contemporaneo, religioso e profano risultano a tratti inquietanti, a tratti esilaranti.

"Robinù" di Michele Santoro (Cinema nel Giardino). I baby boss della Camorra per la prima volta si raccontano senza mediazioni: tra sete di potere, amore per i soldi, divertimento sfrenato, pagine Facebook da vere star.

"La ragazza del mondo" di Marco Danieli (Giornate degli Autori) con Sara Serraiocco, Michele Riondino, Pippo Delbono. Quello di Giulia, Testimone di Geova, è un mondo fatto di rigore e testi sacri, che esclude chi non vi appartiene. Quello di Libero è il mondo di chi sbaglia, si arrangia cercando un'altra possibilità e di chi ama senza condizioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento