Scatta la Biennale Musica 2013: orchestrali "suonano" l'elicottero

Durante la programmazione inaugurale osservato minuto di silenzio in ricordo dei migranti morti a Lampedusa. Leone d'oro a Gubajdulina

Venezia capitale della musica. Scatta venerdì, infatti, il 57esimo Festival Internazionale di musica contemporanea. La programmazione, però, per la giornata inaugurale prevederà anche un minuto di silenzio in segno di rispetto per la morte dei migranti nelle acque di Lampedusa. Venerdì la Biennale consegnerà il Leone d'Oro alla compositrice russa Sofija Gubajdulina.

"Oggi la Biennale di Venezia ha in programma l'avvio del suo momento istituzionale più significativo nel campo della musica contemporanea - dichiara la Biennale -. Siamo tutti profondamente turbati da quanto accaduto nella giornata di ieri a Lampedusa". "Nel pensiero di quella tragedia e nel ricordo delle vittime facciamo della giornata di oggi, con il lavoro di quanti vi sono impegnati - prosegue -, con la partecipazione del pubblico e l'ascolto della musica, un momento di rafforzamento della nostra capacità di riflettere sulla condizione umana, e di costruire una comunità consapevole e aperta".

Grande attesa per una performance provata prima solo a Roma e in Svizzera. Alcuni orchestrali, infatti, voleranno su un elicottero che stamattina sostava a due passi dal palazzo del Cinema del Lido per produrre una performance "accompagnati" dalle pale del velivolo. Un vero e proprio "Quartetto per archi ed elicotteri" che inaugurerà la kermesse musicale.

Poi saranno 40 concerti, circa tre appuntamenti al giorno, 81 compositori, di cui 37 italiani e più della metà trentenni nati negli anni ’70 e ’80. Oltre all’Orchestra della Fenice, suoneranno l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Roberto Abbado e l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Andrea Pestalozza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per andare incontro un po' a tutti, poi, la grande sorpresa di quest'anno sono i “concerti da aperitivo”: un'ora di grande musica che va in scena nella tarda mattinata, al seguito della quale ci si potrà rinfrancare a sorsi di spritz, ovviamente compresi nel biglietto. Altra novità sono i “Pop up concerts for one”, siparietti canori che precederanno alcuni dei concerti veri e propri, secondo la formula dei cosiddetti “temporary store”. La cantante e pianista Sofia Taliani farà la sua apparizione e canterà una canzone ad un singolo spettatore alla volta, e basterà possedere solo il biglietto per il concerto “principale” successivo ma, com'è facile immaginare, la prenotazione è d'obbligo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Il turismo in Veneto sta andando male, dice Federalberghi

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento