Ubi Jazz winter season 2013 - il bello aiuta a crescere

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Torna "Il bello aiuta a crescere", filo conduttore delle ultime edizioni di Ubi Jazz Winter Season.

Dopo il successo degli anni precedenti non potevamo che confermare questo format che mette al centro i bambini, la scuola, la formazione, l'invito a ricercare il bello. Perché c'è ancora - e sempre di più - bisogno di bellezza, così come c'è bisogno di affermare con ancora più forza che "la cultura non è un lusso, è una necessità".

La rassegna, che si articola da febbraio ad aprile 2013, prevede circa 25 appuntamenti ripartiti tra 4 dei comuni del Miranese (Santa Maria di Sala, Spinea, Scorzè e Noale).

Conferenze, dibattiti, seminari, workshop, e teatro compongono il ricco calendario di quest'anno, nel quale il jazz, naturalmente, è protagonista.

Particolare attenzione sarà dedicata al mondo dell'infanzia, sia nella programmazione con eventi pensati appositamente per i più piccoli, sia nelle modalità di accesso ai concerti, che prevedono ingresso gratuito per i bambini e prezzo ridotto per gli accompagnatori. Lo stesso momento clou della rassegna sarà rappresentato come consuetudine da un appuntamento dedicato ai bambini, l'incontro pomeridiano con la grande pianista Rita Marcotulli.

Si parte a Santa Maria di Sala, dove Villa Farsetti diverrà la location di riferimento di tutta la rassegna invernale. All'interno della Villa, infatti, la sala ovale sarà adibita a vero e proprio Jazz Club, ossia un luogo di ritrovo per tutti coloro che vorranno trascorrere delle giornate condividendo la passione per la musica e per l'arte in generale, partecipare a concerti, workshop, esposizioni. Il Jazz Club offrirà anche un punto di ristoro. L'inaugurazione del Jazz Club sarà interamente dedicata ai bambini: "Storie per gente acerba" (09/02) è uno spettacolo divertente ed originale, all'insegna dell'ironia, della musicalità e della fantasia.

La suggestiva location di Villa Farsetti sarà successivamente animata da Ar Man Quintet (16/02), Moka da tre (17/02), Antonio Faraò (19/02), il poliedrico trio composto da Valdemarin, Calamosca e Malaman (23/02), il trio Signorelli, Tavolazzi e Barbieri (01/03), l'eclettica pianista Debora Petrina (08/03), gli artisti svizzeri del Rusconi Trio (09/03), Anna D'Errico (15/03) e un appuntamento dedicato alla memoria e alle rievocazioni del mondo rurale fatto di letture, riflessioni, ricordi e musiche: "Le opere e i giorni " (21/03).

Una novità all'interno della rassegna è l'idea di dar voce al lato più creativo dell'ambito musicale: la Jam Session, ossia le perfomance di musicisti che si abbandonano all'improvvisazione e si uniscono dando vita ad esibizioni all'insegna del coinvolgimento e dell'armonia sulle onde di emozioni e talenti. Alle jam session saranno dedicate quattro domeniche pomeriggio (24/02- 03/03 - 10/03 - 24/03), sempre nel Jazz Club di Villa Farsetti.

A Spinea il Cinema Bersaglieri ospiterà l'evento dedicato al testimonial della rassegna Ubi Jazz winter, Rita Marcotulli (22/03), che dopo aver incontrato i bambini nel pomeriggio si esibirà al pianoforte la sera. La Biblioteca di Spinea sarà sede di un'eccezionale esempio di sinergia culturale, grazie alla collaborazione fra tre storiche associazioni del territorio e con il patrocinio di Fondazione Riviera Miranese: JJU Session (20/04).

Noale ospiterà due eventi dedicati specificatamente al mondo dell'infanzia. Il Coro Arcobaleno (10/03), composto dalle voci di bambini, animerà Piazza XX Settembre, mentre presso il Palazzetto dello Sport sarà ospitato un musical (27/04) con protagonisti i ragazzi della scuola media e dell'Associazione Sportiva Aiace.

Sempre a Noale due giornate saranno dedicate alla fotografia (9 e 10/02), che fungerà da supporto a progetti di rivalorizzazione urbana. Il tema della fotografia sarà affrontato attraverso un workshop che spazierà dalla parte teorica a quella pratica, unite a creare un'esperienza formativa.

Al Teatro Elios di Scorzè andrà in scena il concerto di Gegè Telesforo (11/04), primo rappresentante italiano dello scat, forma di canto jazz basata sull'improvvisazione vocale.

La rassegna è organizzata dal Circolo 1554 e Confesercenti del Miranese, con il patrocinio e il contributo di Provincia di Venezia, Fondazione Riviera Miranese e Comuni di Santa Maria di Sala, Spinea, Scorzè e Noale.

I più letti
Torna su
VeneziaToday è in caricamento