Il concerto di Natale della Fenice sarà in diretta streaming

Il Concerto di Natale, promosso ogni anno dal Teatro La Fenice in collaborazione con la Procuratoria di San Marco, in questo dicembre 2020, a causa del protrarsi dell’emergenza Covid, non potrà avere luogo nella sua forma tradizionale; per non far mancare al suo pubblico questo speciale appuntamento natalizio, il Teatro veneziano offrirà ai suoi sostenitori un inedito concerto di Natale in live-streaming: sabato 19 dicembre alle 17.30, in diretta web dalla sala grande del Teatro.

Il concerto di Natale della Fenice

L’orchestra del Teatro La Fenice diretta da Gianluca Capuano eseguirà il Concerto grosso in re maggiore op. 6 n. 4 e il Concerto grosso in sol minore op. 6 n. 8 (fatto per la notte di Natale) di Arcangelo Corelli, accanto allo Stabat Mater p 77 di Giovanni Battista Pergolesi, cui parteciperanno le voci soliste del soprano Silvia Frigato e del contralto Sara Mingardo. Il concerto sarà visibile online gratuitamente sul sito www.teatrolafenice.it e sul canale YouTube del Teatro La Fenice, canale che con i suoi oltre 82mila iscritti si conferma ancora una delle piattaforme video digitali più seguite tra quelle dei teatri d’opera in Europa.

Arcangelo Corelli da Fusignano (1653-1713) se non il fondatore certamente può essere considerato l’interprete più significativo del concerto grosso, forma strumentale particolarmente in voga tra la seconda metà del Seicento e la prima del secolo successivo. Si tratta di una vera e propria ‘amplificazione fonica’ e concertante della tipica sonata a tre, già ampiamente praticata dal compositore romagnolo nelle sue prime quattro raccolte stampate.

Nel Concerto di Natale della Fenice si ascolteranno due tra gli esempi migliori di questa produzione corelliana, il Concerto grosso in re maggiore op. 6 n. 4 e il Concerto grosso in sol minore op. 6 n. 8 (fatto per la notte di Natale). Entrambe i concerti appartengono all’opera 6: una raccolta di composizioni cui il musicista si dedicò in vari momenti durante tutta la sua carriera ma che fu pubblicata solamente postuma, nel 1714, per cura dell’allievo Matteo Fornari.

Lo Stabat Mater, sequenza per soprano, contralto, archi e continuo, è l’ultima composizione di Giovanni Battista Pergolesi (1710-1736), terminata poco prima di morire a soli ventisei anni. Fu commissionata nel 1736 dalla Confraternita napoletana dei Cavalieri di San Luigi di Palazzo, che richiese al giovane marchigiano un brano che sostituisse l’analoga composizione di Alessandro Scarlatti da eseguirsi durante la liturgia della Settimana Santa. Il capolavoro di Pergolesi spicca infatti per la modernità del linguaggio e del contenuto espressivo: non a caso ebbe un successo straordinario e fu considerato per tutto il Settecento l’ideale stilistico della musica sacra.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Marrakesh in concerto a Jesolo nel 2021

    • 3 aprile 2021
    • PalaInvent
  • Concerto online sulla produzione di Pauline Viardot

    • Gratis
    • 8 marzo 2021
    • Palazzetto Bru Zane - online

I più visti

  • Donne di Venezia tra vizi e virtù

    • solo oggi
    • 6 marzo 2021
    • Presso la statua di Carlo Goldoni
  • Storie di Carta: arrivano nuovi spettacoli per bambini sulla piattaforma Backstage

    • Gratis
    • dal 5 febbraio al 9 aprile 2021
    • Backstage (piattaforma TSV)
  • "Covid19 e poi?" Il corso di Alta Formazione rivolto anche agli imprenditori

    • dal 5 marzo al 25 giugno 2021
    • On line su piattaforma fornita dal Centro Consorzi di Sedico
  • Visite guidate in diretta streaming alla Querini Stampalia

    • dal 25 febbraio al 25 marzo 2021
    • Querini Stampalia (in streaming)
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento