Appuntamento con Christo, l'installazione sul lago d'Iseo attirò milioni di visitatori

L'artista, che fino al 2009 lavorava in coppia con la moglie poi deceduta, è tra i più influenti nel mondo. Le sue installazioni si trovano in tutto il mondo

BresciaToday

"The floating piers", la piattaforma galleggiante sul lago d’Iseo a firma Christo & Jeanne-Claude, è stata l’opera più visitata al mondo nel 2016 con oltre 1,4 milioni di presenze. Il progetto è stato solo l’ultima grande creazione dall’artista americano di origine bulgara Christo, che da oltre 50 anni si conferma un protagonista della scena artistica mondiale, insieme alla moglie Jeanne-Claude scomparsa nel 2009, intervenendo su monumenti, ponti, elementi naturali e reinterpretando paesaggi e architetture con immense installazioni. 

"Lecture" a Ca'Foscari

Christo sarà ospite dell’Università Ca’ Foscari giovedì 19 ottobre,  alle 17 in Auditorium S.Margherita,  per una lecture dal titolo "Christo & Jeanne-Claude". L’appuntamento fa parte del ciclo ‘Ca’ Foscari Public Lecture’ e sarà introdotto dal professor Flavio Gregori, prorettore alle Attività e ai Rapporti Culturali dell'Università Ca' Foscari.  La lecture si terrà in lingua inglese con traduzione in italiano. L'evento è organizzato in collaborazione con gli Archivi della Sostenibilità. Per partecipare è necessaria la prenotazione a eventi@unive.it.

L'artista

Christo nasce in Bulgaria nel 1935, dove inizia a frequentare l’Accademia di Belle Arti. Da quel paese fugge in occidente nel 1956 alla ricerca di una libertà creativa che lo porterà ad attraversare l’Austria, la Svizzera e la Francia dove riuscirà a realizzare i suoi primi “progetti”, già al fianco di Jeanne-Claude che sarà la sua compagna di vita e di lavoro fino al 2009, anno della sua scomparsa. I due artisti assieme, seguendo lo slancio iniziale impresso dalla forza creatrice di Christo, hanno realizzato opere che hanno sempre fatto parlare il mondo intero. Non solo quello tradizionalmente legato alla cultura, ma anche coinvolgendo nelle loro opere la partecipazione diretta, nel loro caso non è un’esagerazione dirlo, di milioni di persone, offrendo loro il contatto diretto con le emozioni e la gioia dell’arte contemporanea. 

"The floating piers" sul Lago d'Iseo

Nel 2016, sul lago d’Iseo oltre 1.400.000 persone hanno camminato sui 100metri metri quadrati di una fascia dorata, lunga 6 chilometri, galleggiante sulle acque del lago. Nessuno ha dovuto mai pagare un biglietto per vedere o “entrare” in un loro progetto. Tutti i costi necessari alla realizzazione dei progetti sono stati sempre completamente sostenuti dai due artisti, a proprie spese, senza mai essere ricorsi ad alcuna sponsorizzazione, garantendosi così la totale libertà espressiva delle loro opere.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento