"È sempre bello in tour": Coez live all'Arena di Verona

Il rapper e cantautore nocerino salirà sul palco scaligero domenica 29 settembre. Saranno 27 i brani in scaletta, tra brani storici e gli ultimi successi

L'appuntamento è per domenica 29 settembre. Coez porta il suo "È sempre bello in tour" nella suggestiva cornice dell'Arena di Verona a partire dalle 21. Un concerto attesissimo quello dell'artista nocerino, a tutti gli effetti tra gli artisti più rappresentativi della scena musicale attuale, affermatosi nel tempo come uno dei più amati e apprezzati nomi del nuovo cantautorato italiano.

Scaletta e formazione

Saranno 27 i brani in scaletta per oltre due ore di musica, dalle hit che hanno fatto la storia di Coez ai brani della più recente produzione discografica. Sul palco insieme a Coez, la sua band storica: il bassista e direttore musicale Daniele “Orange” Dezi è Orang3 di Frenetik e Orang3, con cui Coez collabora da diversi anni. Nel 2013, dopo l’uscita di “Non erano fiori”, hanno fatto con Coez una session di scrittura e lì nacquero gli embrioni di diversi pezzi che Coez avrebbe poi finito negli anni successivi. Diversi finirono in Faccio un casino, come Le luci della città e Ciao. Alle sequenze c’è Giuseppe “Banana” Di Nola, il suo dj storico; alla batteria c’è Giuseppe “Passerotto” D’Ortona, alla
chitarra Alessandro “Gaspare” Lorenzoni con cui Coez ha inciso in passato l’EP From the Rooftop, uscito alla fine del 2016 per Carosello, che conteneva alcune canzoni riarrangiate con chitarra e loop station. New entry nella band di Coez Valerio Smordoni, che per "È sempre bello in tour" è alle tastiere e alla seconda chitarra.

TUTTE LE INFO SUI BIGLIETTI

La storia musicale di Coez

La sua storia musicale inizia a 19 anni grazie al rap, quando dà vita, insieme a due amici, al gruppo Circolo Vizioso, trasformatosi poi in Brokenspeakers. Con il passare sviluppa una certa maturità di scrittura e di sound, mantenendo la costante delle tematiche che lo hanno caratterizzato fin da subito: toni struggle, amori tormentati e situazioni difficili, specchio della sua generazione. Questo lavoro è ben rappresentato dal suo primo album da solista che esce nel 2009, Figlio di nessuno. Nel 2012 inizia una stretta collaborazione con il produttore e musicista Riccardo Sinigallia e il risultato di questa importante contaminazione artistica è Non erano fiori, il secondo disco ufficiale, uscito a giugno 2013 per Carosello Records/Undamento e che contiene Lontana da me (disco di Platino), Siamo morti insieme e Ali sporche (entrambe disco d’Oro).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I riconoscimenti

Ad oggi Coez vanta 7 dischi di platino per La musica non c’è, 3 dischi di platino per Faccio un casino e Le luci della città, e 1 platino per E yo mamma e Ciao, brani contenuti nel disco "Faccio un casino", certificato doppio platino. L’11 gennaio 2019, a 10 anni dall’inizio della sua carriera solista, è uscito È sempre bello (Carosello Records), il nuovo singolo di Coez che, a una settimana dalla release, debutta al 1° posto nella classifica FIMI/GfK dei singoli più venduti. Il singolo è stato presentato con la proiezione del videoclip (YouNuts) sulle mura di un edificio storico alle Colonne di San Lorenzo a Milano e a Roma sulla facciata del MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carte false per mantenere in famiglia la licenza di taxi acqueo: denunciati padre e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento