rotate-mobile
Cultura

Educare con le favole a San servolo il 9 maggio

L'evento all'interno del progetto "Diritti dei bambini in rete" organizzato da e per le Scuole Paritarie della F.I.S.M e l'Agenzia Patriarcale. Perché ogni bambino ha il diritto-dovere all'ascolto al dialogo e all'attenzione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Dopo il grande successo della passata edizione, "DIRITTI DEI BAMBINI IN RETE" presenta: Educare con le favole.

Il progetto "DIRITTI DEI BAMBINI IN RETE" nasce dalla volontà delle scuole paritarie della F.I.S.M. e dall'Agenzia Patriarcale di lavorare insieme per creare una serie di attività ed eventi in grado di coinvolgere contemporaneamente bambini, genitori, insegnanti, coordinatrici, gestori, istituzioni e rappresentanti del territorio, quest'anno identificati nei gondolieri.

Il 9 maggio, giorno della festa, i gondolieri indosseranno nei loro stazi le magliette bianche con il logo raffigurante le piccole mani dei bambini che partecipano al progetto.

L'obiettivo vuole essere, infatti, quello di coinvolgere e sensibilizzare l'intera cittadinanza nel tentativo di trasformare Venezia da città museo a città viva in cui ogni bambino possa sentirsi protagonista.

Tutte le scuole coinvolte (Bartolomea Capitanio, S. Dorotee, S. Maria Ist. Canossiane, Ancelle di Gesù Bambino, Giovanni XIII, Cristo Re, Suore Salesie, S.Francesco di Sales, G.B. Giustinian e Casa dei bambini Santa Maria dei Miracoli, unitamente a due enti gestori, la F.I.S.M. Federazione Italiana Scuole Materne e l'Agenzia Patriarcale) svilupperanno un argomento comune, quest'anno "Educare con le favole" rivendicando così il diritto-dovere di ogni bambino all'ascolto, al dialogo e all'attenzione.

L'interesse che l'iniziativa ha suscitato, ha fatto sì che oltre agli insegnanti, ai bambini, alle coordinatrici e alle famiglie, anche alcune realtà vicine alla scuola si siano proposte per collaborare alla riuscita del progetto nei modi più svariati.

Si ringraziano dunque l'Associazione Esercenti Pubblici Esercizi (A.E.P.E.), l'impresa di Marino Toniolo S.r.l, l'isola di San Servolo, l'Alilaguna, Giulio Marotta di Cliche print, la COOP che hanno contribuito ad alleggerire lo sforzo economico e a realizzare la festa conclusiva per tutti i bambini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educare con le favole a San servolo il 9 maggio

VeneziaToday è in caricamento