menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"DoVe", le eccellenze femminili di passato e futuro sbarcano in laguna

Presentata stamattina la rassegna che dal 7 al 10 marzo, a cavallo della festa della donna, porterà a Venezia una serie di mostre e di convegni sulla moda e su storiche figure in rosa


Fare di Venezia la vetrina internazionale dei talenti femminili, passati e presenti, sotto il segno della moda, intesa come forma d'arte, lavoro e mestiere. E' questo l'obiettivo della seconda edizione di “Dove, donne a Venezia creatività, economia, felicità”, la kermesse che si svolgerà dal 7 al 10 marzo e presentata stamane a Ca' Farsetti dall'assessore comunale alla Cittadinanza delle donne e alle Attività culturali Tiziana Agostini e dalla presidente del comitato “da Dove tutto parte”, Ilaria Crotti. Alla conferenza stampa sono intervenuti, tra gli altri, i rappresentanti dei club service femminili, quelli di Confindustria e della Confederazione italiana agricoltori, il direttore della Biblioteca nazionale Marciana, Maurizio Messina, e il direttore dell'archivio di Stato di Venezia, Raffaele Santoro.

La rassegna sarà inaugurata il 7 marzo al Teatro La Fenice con una mostra sugli abiti femminili di scena e, tra i vari appuntamenti, prevede anche l'esposizione “Mani femminili. Il lavoro delle donne per la storia della moda a Venezia nei secolo 16°-18°” alla Biblioteca Marciana; la mostra sugli abiti della Duse alla Fondazione Cini e quella della stilista Agatha Ruiz de la Prada al Museo Correr. La kermesse complessivamente sarà animata da circa una trentina di appuntamenti, ospitati nei centri culturali più rappresentativi della città (Fenice, Ateneo Veneto, Vega, Palazzo Ducale, Museo Correr) articolati in convegni, presentazioni di libri, concerti, mercatini. Inoltre domenica 10 marzo si terrà la regata delle donne su caorline.

“Nonostante le scarse risorse economiche - ha sottolineato l'assessore – siamo riusciti, grazie ad un intenso lavoro di rete con le maggiori istituzioni e associazioni culturali cittadine, a realizzare un interessante programma in grado di presentare ciò che le donne hanno saputo realizzare nel passato, dando conto del loro attuale impegno in vari ambiti, da quello agricolo e artigianale, a quello industriale. Venezia è l'unico luogo al mondo in cui le donne hanno fortemente influenzato la storia della città consentendoci, oggi, di raccontarla 'al femminile'.”

Tra gli appuntamenti più rilevanti, Crotti ha segnalato: “Donne e moda nomade: Tuareg e Rabari” il 7 marzo alla Querini Stampalia; il convegno su “La concretezza dell'effimero economia e moda” con la stilista Agatha Ruiz de la Prada, l'8 marzo a Palazzo Ducale; la tavola rotonda sul “Ruolo svolto dai mass media nella costruzione dell'estetica”, promossa da Europe Direct, Centro Donna e Consiglio d'Europa il 9 marzo all'Ateneo Veneto; il dibattito “Le giornaliste incontrano Anna Maria Cancellieri” in cui si discuterà di politica economia, futuro e giovani con il ministro, il 10 marzo a Punta della Dogana.

Il programma completo della manifestazione si può consultare su  www.donneavenezia.it
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento