menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Biennale Danza, Meg Stuart è Leone d'Oro alla carriera. Marlene Montero Freitas d'argento

I due riconoscimenti sono stati proposti da Marie Chouinard. La Stuart è molto nota per "improvisation projects" che hanno coinvolto, negli anni, molti suoi colleghi

Famosa in tutto il mondo per importanti progetti di improvvisazioni dal segno aspro e incisivo: la Biennale di Venezia ha attribuito alla danzatrice e coreografa americana Meg Stuart il Leone d'oro alla carriera. Alla danzatrice e coreografa capoverdiana Marlene Monteiro Freitas, invece, va il Leone d'argento. I riconoscimenti alle due artiste sono stati proposti dalla direttrice del Settore Danza Marie Chouinard.

Meg Stuart

Famosa per importanti improvisation projects dal segno aspro e incisivo che hanno coinvolto molteplici artisti, Meg Stuart di New Orleans, ma da oltre vent'anni in Europa dove fonda la sua compagnia, Damaged Goods, a Bruxelles - è autrice di assoli, coreografie d'ensemble, installazioni site-specific ospitati anche in gallerie e mostre come Documenta X di Kassel. È stata premiata per aver saputo sviluppare un nuovo linguaggio e un nuovo metodo ad ogni creazione, collaborando con artisti appartenenti a differenti discipline e muovendosi tra danza e teatro. Attraverso l'improvvisazione (aspetto fondamentale della sua pratica) la Stuart ha saputo esplorare stati fisici ed emotivi e il ricordo degli stessi. Cercando sempre nuovi contesti e nuovi territori in cui muoversi, il suo lavoro si ridefinisce costantemente.

Marlene Monteiro Freitas

Considerata fra i migliori talenti della sua generazione, Marlene Monteiro Freitas è stata la sorpresa delle ultime stagioni con la sua presenza elettrizzante e la forza dionisiaca dei suoi spettacoli. "Interessata alla "metamorfosi" e alla "deformazione", gli ibridi creati dalla Freitas sfidano musicalmente e gioiosamente i limiti dell'esteticamente corretto. Lavorando sulle emozioni più che sui sensi, le sue coreografie aprono l'immaginario alla sfrenata molteplicità dell'io".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento