menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzo Mocenigo e Palazzo Fortuny a portata di click: Google mette la moda online

Il progetto ha visto la collaborazione di oltre 180 istituzioni culturali. Ci sono anche i tesori veneziani

Tremila anni di storia della moda e del costume riuniti nella più grande sfilata di stili diversi hanno debuttato online giovedì nel nuovo progetto di Google "We wear culture", disponibile sulla piattaforma Google Arts & Culture. L’iniziativa è frutto di una collaborazione con Palazzo Fortuny e Palazzo Mocenigo e oltre 180 istituzioni culturali di fama mondiale di ogni parte del mondo, da New York a Londra, da Parigi a Tokyo, da San Paolo a Venezia e altre città.

Utilizzando tecnologie all'avanguardia, il progetto consente di esplorare stili e look di epoche diverse, a partire dall'antica Via della seta, passando per le mode sofisticate di Versailles, fino al punk britannico o alle storie che sono alla base degli abiti che indossiamo oggi. Pezzi iconici che hanno cambiato il modo di vestire di intere generazioni, come i tacchi alti di Marilyn Monroe o l’abito nero di Chanel, vengono riportati in vita grazie ad alla tecnologia VR (realtà virtuale). La storia della nascita dell’iconico abito Delphos di Mariano Fortuny è ora disponibile online come parte dell'esposizione internazionale che si apre oggi.

Le diverse mostre digitali presentano icone, movimenti, pionieri e trendsetter fra cui Alexander McQueen, Marilyn Monroe, Cristóbal Balenciaga, Coco Chanel, Audrey Hepburn, Christian Dior, Helmut Newton, Irving Penn, Yves Saint Laurent, Manolo Blahnik, Gianni Versace , Oscar de la Renta, Pierre Balmain, Vivienne Westwood, Miyake Issey e tanti altri.

Esperti di moda, curatori e stilisti nonché università, musei e ONG da ogni parte del mondo hanno collaborato al progetto per dimostrare che la moda fa parte della nostra cultura, costituisce una forma d'arte ed è il frutto di una vera e propria artigianalità. Le tecnologie all'avanguardia di Google, inclusi la realtà virtuale, i video a 360°, i tour con Street View e le immagini "gigapixel" ad altissima risoluzione, sono state usate per preservare le collezioni e renderle disponibili a tutti.

I contenuti in evidenza disponibili online grazie a Palazzo Fortuny e Palazzo Mocenigo includono: 50 opere, tra dipinti e tessuti di Palazzo Fortuny, catturati in Gigapixel; si può scoprire Palazzo Mocenigo grazie a Street View; in più sono disponibili 6 mostre virtuali, storie interattive che includono un focus su Henriette Fortuny, la donna che ispirò e affiancò l’eclettico Mariano Fortuny, diventando parte essenziale di uno straordinario sodalizio artistico; la storia del laboratorio tessile di Palazzo Pesaro degli Orfei; la nascita dello scialle Knossos, prima creazione dell’atelier Fortuny, e dell’iconico Delphos, abito che rivoluzionò la moda agli inizi del XX secolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento