Fenice e Fondazione Venezia, accordo di 3 anni per istruire all'arte e alla cultura i giovani

Tanti progetti pensati per permettere ai giovani di avvicinarsi ai mestieri del teatro, della musica e, in generale, delle cultura. Firmato martedì mattina l'accordo d'intesa tra gli enti

Una collaborazione che verterà su progetti di formazione musicale, teatrale e artistica per docenti, studenti delle scuole superiori e delle accademie delle belle arti. Martedì mattina, la Fondazione Teatro La Fenice e la Fondazione di Venezia hanno firmato l'accordo di intesa e collaborazione per il triennio 2018-2020, siglando un nuovo capitolo della loro storica collaborazione che nei prossimi tre anni porterà a progettualità comuni nei settori dell'istruzione e dell'educazione artistica e culturale.

Erri_Ortombina_Brunello_Dell'Olivo-2

Il primo incontro

L'incontro tra i due enti, risalente a molti anni fa, si è costantemente rinnovato, proponendo di volta in volta forme inedite di intervento. Oggi, le istituzioni veneziane, nella comune volontà di procedere insieme, definiscono una progettualità intorno a cui si muoveranno le attività previste per il triennio. Primo tra gli obiettivi quello di avvicinare le nuove generazioni al grande patrimonio della musica d'arte e all'immensa tradizione operistica italiana.

I progetti

Sono gli studenti, naturalmente, a rappresentare i principali destinatari delle iniziative in cantiere, un pacchetto di proposte che interessano in particolare la scuola secondaria di primo e secondo grado. Due sono nello specifico i progetti. Il primo è il workshop "I mestieri dell'opera: Allestire Montare Provare", attraverso il quale i ragazzi posso seguire le prove di montaggio e luci il lavoro di attrezzeria e di sartoria, la preparazione dei fondali così via. L'obiettivo specifico del workshop consiste nell'avvicinare gli allievi al processo creativo di un'opera lirica, dall'ideazione alla sua realizzazione, approfondendo tutti gli aspetti produttivi, compreso quello legato alla comunicazione e al marketing di un evento. Agli studenti viene richiesto un breve 

L'apprendimento musicologico

Il secondo progetto "Ascolta! Suono per te" è rivolto invece specificamente ai giovani che frequentano i licei musicali, o che autonomamente si stanno avvicinando a uno strumento o al canto: consiste in una vera e propria esperienza performativa, nel corso delle lezioni di apprendimento musicologico sui vari titoli operistici. La prima tappa del percorso inizia però già a scuola, coinvolgendo direttamente i singoli docenti, e, attraverso altre fasi di lavoro, porterà all'esibizione in Teatro, in un dialogo continuo con i relatori.

Musikàmera Giovani

"Musikàmera Giovani" è invece la rassegna di musica da camera organizzata insieme all'associazione veneziana Musikàmera che prevede l'esecuzione dei programmi da parte delle eccellenze dei Conservatori italiani e stranieri e dei master delle Accademie musicali italiane ed estere. Ogni incontro prevede un'introduzione multimediale di approfondimento tenuta da studiosi e musicologi. L'accordo prevede inoltre la collaborazione per il lancio di due concorsi a sfondo creativo: "Ti presento un manifesto", dove i ragazzi dei licei artistici possono candidarsi a ideare lo slogan annuale e la locandina pubblicitaria delle attività Education, e "Pixel/Trailer", destinata agli istituti che prevedono corsi di fotografia e video maker e la cui posta in palio è la realizzazione del trailer di un titolo operistico in cartellone. 

VeneziaMusica e dintorni

Ulteriore occasione di cooperazione tra i due enti è rappresentato infine da "VeneziaMusica e dintorni", la rivista nata nel 2004 grazie a un'intuizione di Luciano Pasotto, allora presidente di Euterpe Venezia, già società strumentale della Fondazione di Venezia dedicata alla Musica, con la curatela di Leonardo Mello. Sin dai primi numeri la testata, a cadenza bimestrale, conta sulle più prestigiose firme della musicologia e della critica italiana, tra cui, per citare solo qualche nome, Giovanni Morelli, Quirino Principe, Giorgio Pestelli, Lo- 
 renzo Bianconi, Mario Messinis e, per la prosa, Franco Quadri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento