Cultura

Il design con la crisi si "autoproduce": in laguna gli stati generali del design

All'interno del Salone europeo della cultura, dal 23 al 25 novembre, nell'area magazzini Ligabue, sbarcheranno la "lampada innaffiatoio", la caffettiera a testa in giù e la "sedia quadro"

Oltre 80 designer (da Italia, Germania, Francia, Argentina e Hong Kong) esporranno al Salone Europeo della Cultura dal 23 al 25 novembre, nell’ambito di Open Design Italia, concorso-mostra-mercato che quest’anno approda in laguna. Una vetrina che metterà in contatto diretto designer, imprese, artigiani e pubblico.

Dagli orologi ottenuti dal recupero di lattine di allumino alla lampada annaffiatoio. Dalle librerie che utilizzano cunei di legno per trasformarsi ai gioielli realizzati con le nuove tecnologie digitali. Dal cestino che prende volume con un gesto alla sedia/quadro/scultura double face fino alla caffettiera a testa in giù.

Sono solo alcune delle creazioni degli oltre 80 progettisti e designer che sbarcheranno a Venezia 2019-Salone Europeo della Cultura dal 23 al 25 novembre, nell’area Magazzini Ligabue. Gli oggetti saranno esposti a Open Design Italia, il concorso-mostra-mercato internazionale dedicato al design autoprodotto e di piccola serie che quest’anno costituisce una delle 4 sezioni del Salone Europeo della Cultura e conta sulla main partnership della Fiera di Vicenza e sulla stretta sinergia tra le Regioni Veneto ed Emilia Romagna.


Attenzione all’ambiente, sperimentazione di nuove tecnologie, ma anche studio della tradizione e collaborazione con le maestranze artigiane sono le principali caratteristiche dell’attività degli autoproduttori selezionati tra oltre 200, figure ibride a cavallo tra designer e artigiani di nuova generazione. Sono provenienti dall’Italia (soprattutto Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, ma anche Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Toscana, Marche, Umbria, Abruzzo, Campania, Sicilia) e dall’estero: Germania, Francia, Argentina e Hong Kong.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il design con la crisi si "autoproduce": in laguna gli stati generali del design

VeneziaToday è in caricamento