Tre giorni alla scoperta delle vie della Serenissima

Dal 23 al 25 gennaio 2015, dodici tra operatori del settore turistico, giornalisti e blogger di viaggi sono stati ospiti del Progetto Tur Rivers per la promozione del territorio G.A.L. Antico Dogado tra itinerari di acqua e di terra. Tre giorni intensi dedicati a visite guidate, tour in battello, degustazioni di prodotti locali e piatti tipici.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Dal 23 al 25 gennaio 2015, dodici tra operatori del settore turistico, giornalisti e blogger di viaggi, selezionati da G.A.L. Antico Dogado in collaborazione con Venezi@Opportunità, sono stati ospiti del Progetto Tur Rivers per la promozione del territorio G.A.L. Antico Dogado visitando alcuni dei luoghi più affascinanti e meno conosciuti dell'entroterra veneziano e padovano. Un territorio magico dove specchi a cielo aperto lambiscono luoghi ai margini tra la terra, il cielo e l'acqua.

I partecipanti, tra cui Travel Blogger nella Top 10 dei Blog più seguiti su FaceBook e Twitter, sono stati ospitati in strutture alberghiere di charme e accompagnati nelle visite guidate a Villa Valier a Mira Taglio (VE) e Chioggia, un tour in battello in Laguna Sud, degustazione di prodotti locali e piatti tipici della nostra tradizione enogastronomica (radicchio, pesce, salumi, vini, ecc.). In collaborazione con Jole Film, Francesco Bonsembiante ha accompagnato i partecipanti in una visita guidata di Chioggia sul set del film "Io sono lì".

L'iniziativa "Tur Rivers" è un progetto di cooperazione, che coinvolge più G.A.L. partner nazionali (Polesine Adige, Antico Dogado, Polesine Delta Po, Delta 2000, Patavino, Bassa Padovana, Pianura Veronese) nell'intento comune di sviluppare il turismo lungo i grandi fiumi del Veneto e dell'Emilia Romagna. L'evento fa parte del Programma di Sviluppo Locale "Le vie della Serenissima" che il G.A.L. Antico Dogado ha sviluppato nel corso degli anni e articolato su molteplici livelli: dalla diversificazione delle attività economiche locali, alla valorizzazione dei prodotti alimentari tipici, sino al recupero del patrimonio rurale. In particolare, il progetto ha inteso promuovere l'incremento dei flussi turistici verso l'entroterra, giacché il territorio offre al visitatore magnifiche oasi naturalistiche protette dall'Unione Europea, percorsi di Slow mobility (in bicicletta, a cavallo, in barca), paesaggi rurali di grande bellezza, prodotti enogastronomici tipici e unici.

I più letti
Torna su
VeneziaToday è in caricamento