Cultura

Un viaggio nella belle epoque a Palazzo Zen - lunedi' 28 ottobre alle 20.00

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

L'ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICA VENEZIA

PRESENTA

LA BELLE ÉPOQUE

UN VIAGGIO MUSICALE A PALAZZO ZEN

LUNEDI' 28 OTTOBRE ALLE 20.00

L'Associazione Culturale Musica Venezia propone un viaggio nella Belle Epoque nel magnifico Museo del Costume di Palazzo Zen, che per l'occasione sarà possibile visitare,

lunedì 28 ottobre alle 20.00.

Un'intera serata dedicata alle atmosfere della Belle Epoque, a cent'anni dalla sua conclusione. L'Associazione Culturale Musica Venezia, in collaborazione con l'Alliance Francaise, lunedì 28 ottobre alle 20.00 apre le porte dell'Atelier Pietro Longhi di Palazzo Zen, proponendo al pubblico una visita guidata da Raffaele Dessì al Museo dei Costumi e, a seguire, un concerto dedicato alla più bella musica da camera francese dell'epoca.

Periodo di pace e prosperità, di sperimentiazioni cinematografiche, spettacoli teatrali, la Belle Epoque -da fine '800 all'inizio della Prima Guerra Mondiale- è l`epoca di George Melies, prestigiatore e inventore, che presenta nei teatri i suoi spettacoli illusionistici. La danza e il cabaret -dal Mulin Roge a Le Chat Noir- esplodono, insieme al mito del progresso, con il ballo "Excelsior", acclamato da tutta Europa, insieme al cabaret. Nello stesso periodo hanno inizio i primi esperimenti di volo. I fratelli Wright riescono a far volare un rudimentale aereo con motore a scoppio, all`Arena di Milano si organizzano viaggi in aerostato. Il duca degli Abruzzi arriva fino al Polo Nord. Luigi Barzini e il principe Scipione Borghese giungono a Parigi, dall`Italia, in automobile, sono gli anni delle prime gare di bicicletta femminili e del primo Giro d`Italia, li spettacoli di Fregoli e fotografia di Verdi e ancora la visita a Venezia di Guglielmo II di Germania.

Una Venezia cosmopolita, meta e soggetto d'arte, nei quadri di Monet, nei testi proustiani, nella musica dei caffè.

Dopo la visita guidata al Museo, un ensamble d'eccezione proporrà musiche di Debussy e Fauré, Satie e Hahn, con le più belle melodies -da "Reve d'amour" di Fauré ad "A Cloris" di Hahn- eseguite dal contralto Giovanna Dissera Bragadin, accompagnata al pianoforte da Gianluca Sfriso, i brani per arpa e flauto con Nabila Chajai e Federica Lotti, che si concluderanno nel "Prélude à l'Après-midi d'un faune" di Debussy.

Un'atmosfera da sogno, che sarà coreografata da Roberta Reeder e Ilaria Pasqualetto con la proiezione dei ritratti di Blanche, Boldini, e Sargeant ma anche con l'interpretazione del mondo del cabaret di Toulouse-Lautrec e Cheret, ascoltando le registrazioni delle voci dei cantanti famosi del cabaret, come Yvette Guilbert e Aristide Bruant.

A fine serata sarà proiettata una rarità, un breve film dell'Archivio Carlo Montanaro, in cui Loie Fuller esegue le più belle e suggestive danze della Belle Epoque.

Ingresso libero

Per informazioni visitare www.musicavenezia.org

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un viaggio nella belle epoque a Palazzo Zen - lunedi' 28 ottobre alle 20.00

VeneziaToday è in caricamento