Università Ca' Foscari e Immigration inclusive centre per un ciclo di seminari sui bisogni educativi speciali e differenze culturali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"L'inclusione sociale è una delle più grande sfide che l'intera società è chiamata ad vincere nel rispetto di tutti i suoi membri in modo eguale" sono state le parole con cui Iachimovschi Viorica, esperta in immigrazione e relazioni interculturali, specialista in scienze pedagogiche e direttrice dell'Osservatorio sull'Inclusione di Venezia ha aperto il seminario.

L'intervento formativo nei confronti delle persone con Bisogni Educativi Speciali si sviluppa mediante processi di inserimento, di integrazione e di inclusione nei contesti socio-educativi, scolastici e formativi, attivando strategie di CAMBIAMENTO che consentano la valorizzazione dei potenziali e la riduzione dell'handicap della persona.

Sabato 16 maggio si è svolto presso l' Università Ca' Foscari di Venezia la prima sessione del seminario "Bisogni Educativi Speciali e Differenze culturali" promossa dal Master sull'Immigrazione in collaborazione con Immigraton Inclusive Centre di Venezia con l'obbiettivo di conoscere i modelli teorici, culturali e metodologici per promuovere l'inclusione dei soggetti con bisogni educativi speciali nei processi di apprendimento formale, non formale e informale, con particolare attenzione alle differenti appartenenze.

L'affluenza al seminario è stata assai numerosa e ha coinvolto diverse professioni d'aiuto italiani e stranieri operanti principalmente nel terzo settore quali : educatori,assistenti sociali,psicologi, studenti di servizio sociale, insegnanti,operatori per l'integrazione,mediatori culturali e alcuni presidenti di associazioni straniere operanti sul territorio veneziano e persino studenti Erasmus. La " mission "comune che ha accompagnato le numerosi professioni è stata quella di conoscere la costruzione in sinergia con le altre figure professionali del progetto di vita volto all'inclusione del soggetto con bisogni educativi speciali in una prospettiva sistemica ecologica ed evolutiva con un approccio bio-psico-sociale.

Interventi da parte di vari professionisti che operano in campo inclusivo come Marta Foltran laureata Ca'Foscari e Federica Mazzon educatrice presso Anffas Mestre hanno sottolineato l'importanza di tale tematica nelle molteplici realtà lavorative odierne.

Sabato 23 maggio si svolgerà la seconda sessione del seminario in cui la dott.ssa Viorica Iachimovschi affincata dal dott. Zi Lin Luca You affronteranno le tematiche della relazione d'aiuto , il trauma familiare e la mediazione pedagogica interculturale in ambito scolastico.

La presidente dell' Immigration Inclusive Centre ha annunciato che durante nel periodo estivo e autunnale si avvieranno un ciclo di seminari della durata di 32 ore con la medesima tematica per i soci dell'organizzazione e i specializzandi del Master sull'Immigrazione che svolgeranno lo Stage formativo presso I.I.C. Venezia."

I più letti
Torna su
VeneziaToday è in caricamento