menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ca' Farsetti, presentati a Venezia la festa della Sensa e "Lido Open day"

La tradizionale festa che lega Venezia con il mare, è stata unita, quest'anno, con l'iniziativa lidense. Presentato il ricco programma, con gli eventi collaterali

"Da sempre la Festa della Sensa rappresenta l'emblema del legame tra Venezia e il mare. La città ha sempre saputo gestire il difficile equilibrio con l'acqua che la circonda, con la sua laguna, che ha antropizzato nel corso dei secoli. È quindi una festa davvero importante per la città, che ne coglie l'essenza e al tempo stessa ne rinverdisce storia e tradizione". Con queste parole l'assessore comunale al Turismo, Paola Mar, ha aperto la conferenza stampa svoltasi giovedì a Ca' Farsetti per presentare il ricco programma dell'edizione 2016, che, oltre alla cerimonia dello Sposalizio col mare e agli eventi collaterali, è stato unito, per la prima volta, al “Lido Open Day”, ovvero l'avvio della stagione balneare delle spiagge di Venezia. A parlare delle tante sfaccettature del fine settimana, l'assessore alle Società partecipate, Michele Zuin, il prosindaco del Lido, Paolo Romor, il consigliere delegato alla Tutela delle Tradizioni, Giovanni Giusto, e l'amministratore unico di Vela, Piero Rosa Salva.

"La Sensa non è folklore, ma segna la continuità con la nostra storia - ha sottolineato Giusto - non verrà proposta una Venezia da cartolina, ma un'occasione di sentita aggregazione popolare”. Il delegato ha spiegato quale impostazione ha voluto dare l'Amministrazione alla giornata di domenica 8 maggio: “Abbiamo concentrato l'evento tutto al mattino, con episodi sportivi e della tradizione che si susseguono in un effetto a cascata". Dalla tarda mattinata in poi, invece, il pubblico potrà decidere cosa seguire, andando al Bacino Idroscalo dell'isola di S. Andrea per le regate dei giovanissimi e all'isola della Certosa, servita dai mezzi pubblici, dove si terranno le premiazioni, o spingendosi alla riscoperta di Forte Sant'Andrea, collegato per l'occasione con un servizio di traghetto a cura di Alilaguna e di Vento di Venezia (tra le 13 e le 16), oppure ancora decidendo di godersi l'offerta del Lido di Venezia.

"Si tratta della parte nuova del giorno della Sensa - ha spiegato in merito Romor - con eventi non strettamente legati alla festa tradizionale, che però abbiamo voluto per comunicare alla Città metropolitana e alle province limitrofe che il Lido è pronto ad accogliere visitatori, rispondendo proprio a quel segmento turistico che cerca il mare o lo svago in un ambiente naturale". Un obiettivo, quello dell'apertura anticipata delle spiagge, che non si è rilevato facile da raggiungere, “ma che l'Amministrazione - così Romor - ha centrato proponendo una soluzione condivisa e ponendo regole certe e chiare".

"Includere il Lido nella Festa è stato importante - ha commentato Zuin - gli eventi collaterali in programma lo valorizzano e lo lanciano a livello turistico”. Gli appuntamenti, realizzati grazie alla collaborazione con la ProLoco del Lido, andranno infatti a coprire l'intero fine settimana. “In questo modo – per Mar – il Lido si apre e cerca di allinearsi ai tempi del turismo internazionale, ad esempio ai visitatori del Nord Europa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento