rotate-mobile
Festival del cinema di venezia Lido

Mostra del cinema in sicurezza con varchi e controlli, il red carpet torna visibile

Niente più restrizioni Covid, ma è consigliata la mascherina. Bumma: «Stesso dispositivo degli anni pre-pandemia, pronti a un evento di livello internazionale». Il presidente Fico alla serata inaugurale

Via i controlli relativi al Covid, restano quelli necessari a evitare pericoli per ospiti e partecipanti. Il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica di giovedì scorso ha decretato le misure di "safety and security" in vigore per l'edizione 2022 della Mostra del cinema (31 agosto - 10 settembre), che ricalcheranno quelle vigenti fino al 2019. «Il dispositivo sarà lo stesso degli anni pre pandemia - spiega la dottoressa Piera Bumma, viceprefetto di Venezia - con tutte le accortezze necessarie per garantire la sicurezza in un evento di questo livello, con l'arrivo di personalità di rilevanza internazionale».

Solito spiegamento di forze dell'ordine, dunque, non solo nell'area del Lido dedicata al festival, ma anche in tutti i punti nevralgici della città. «Sarà attivata la sala operativa presso la control room della polizia locale al Tronchetto - chiarisce Bumma  - e arriveranno rinforzi a livello nazionale, da dislocare dove necessario». In totale centinaia di agenti tra carabinieri, polizia, guardia di finanza e polizia locale. Restano le barriere sul lungomare Marconi per impedire l'accesso ai veicoli, così come i varchi di controllo per frequentatori e passanti, eventualmente con verifica del contenuto di borse e zaini. E poi la zona transennata, in corrispondenza del palazzo del cinema e delle varie sale, riservata agli addetti ai lavori e agli spettatori in possesso di biglietto.

Diversamente dall'anno scorso, in linea con le norme nazionali, non ci saranno verifiche sul green pass. Allo stesso modo non vige alcun obbligo relativamente alla copertura di naso e bocca, sia all'esterno che negli spazi interni. «Si applica la normativa sui cinema, quindi la capienza è al 100% e non c'è l'obbligo di indossare la mascherina - conferma la viceprefetto -. Resta, però, fortemente consigliata, in sala così come in tutte le situazioni nelle quali possono verificarsi assembramenti. Ad esempio il red carpet, che quest'anno non sarà schermato ma liberamente visibile dalla strada».

Il piano potrà comunque subire degli aggiustamenti nei prossimi giorni, sempre in base alle necessità evidenziate dal gruppo di lavoro composto da questore, comandante provinciale dei carabinieri, guardia di finanza, capitaneria di porto, provveditorato, Biennale, vigili del fuoco e autorità sanitaria. Un momento critico potrebbe essere rappresentato da domenica 4 settembre, giornata in cui si svolge anche la Regata storica e che vedrà un afflusso eccezionale di visitatori in città. Ma l'efficacia dell'organizzazione si potrà osservare già dal primo giorno della Mostra, il 31 agosto, con la serata inaugurale alla quale sono attesi, tra gli altri, il presidente della Camera Roberto Fico e i ministri Franceschini e Brunetta.

Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica: tra cinema, eleganza e unicità

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostra del cinema in sicurezza con varchi e controlli, il red carpet torna visibile

VeneziaToday è in caricamento