Si alza il sipario sul Mirano Summer Festival: meno 2 giorni al via della kermesse estiva

Si parte venerdì in via Cavin di Sala, vicino gli impianti sportivi, con i primi live, gli stand gastronomici, i bar, l'artigianato e l'intrattenimento di vario genere

Tutto è quasi pronto nel piazzale degli impianti sportivi di Mirano: da giorni al lavoro tecnici, volontari dell’Associazione Volare, operai di ditte esterne per preparare al meglio la dodicesima edizione del Mirano Summer Festival, che aprirà i battenti venerdì per chiudersi poi il 27 luglio prossimo dopo quasi un mese intero di concerti, moda e bellezza, sport, gastronomia, artigianato, intrattenimento per bambini. In un villaggio estivo che si accenderà ogni sera già a partire dall’happy hour.

Mirano Summer Festival 2018: il programma

Conferme

L'edizione si preannuncia scoppiettante. A cominciare dagli ospiti d’eccezione come Steve Hackett (Genesis, 6 luglio) e Negrita (27 luglio), Rumatera (5 luglio) e le migliori cover band, oltre a serate nostalgia in compagnia delle migliori radio locali e nazionali (Radio Company, Rtl 102,5, Stereocittà, Radio 105 con il famoso “Zoo”). L’appuntamento nell’area degli impianti sportivi di Mirano sarà ogni sera dalle 19, con l’apertura del parco giochi per bambini, happy hour e stand gastronomico con pizza, panini, piatti della tradizione veneta, gelato e frutta, oltre a spritz, bibite e birra.

Novità

Non mancano le novità, a cominciare da un affascinate bar all’interno di un veliero, dove godere i concerti da una posizione privilegiata. Più defilato, sotto i tigli vicino ai campi da tennis, torna anche quest’anno il Villaggio Summer, con le suggestive casette in legno e l’illuminazione d’atmosfera. Un’edizione, quella diquest’anno vede anche la collaborazione di Confcommercio del Miranese, intrapresa nei mesi scorsi per meglio promuovere Mirano, il suo territorio con le proprie potenzialità economiche e turistiche.

"Grazie agli sforzi dei volontari"

"Lo sforzo è come sempre enorme - spiega il patron del festival, Paolo Favaretto - ma speriamo sia ben ripagato dal pubblico. L’obiettivo è far partecipare i cittadini a piacevoli serate di intrattenimento a due passi da casa, ascoltando buona musica e regalando un angolo di spensieratezza soprattutto ai giovani e alle famiglie che non possono andare in ferie. Tutto ciò non sarebbe possibile senza il fondamentale contributo di tanti volontari, che ringrazio uno ad uno per il prezioso lavoro".

Logistica e sicurezza

Per ottemperare alle nuove normative in materia di sicurezza, gli organizzatori hanno messo a punto una kermesse blindata, dove nulla è stato lasciato al caso: tutti i volontari hanno superato un corso antincendio "alto rischio", la sorveglianza sarà potenziata con controlli agli accessi e telecamere dentro e fuori l’area concerti e un’intera zona sarà dedicata allo stazionamento dei soccorsi sanitari, che ogni sera saranno sul posto in caso di necessità grazie alla Croce Rossa Italiana. L'organizzazione quest’anno ha pensato anche a un piano speciale parcheggi, per non gravare sul traffico e sulla vivibilità del quartiere, soprattutto nelle serate con previsione di maggior afflusso di pubblico: oltre i soliti piazzali a servizio degli impianti sportivi e delle scuole superiori è stato infatti ricavato in via Saragat un parcheggio di circa 1000 posti auto, con indicazioni e volontari impiegati anche lungo le strade.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento